AMBIENTE E VERDE Approvato il Bilancio Arboreo della città di Cervia 2014-2018

In 4 anni piantati 3.409 nuovi alberi che corrispondono a 4 alberi per ogni nuovo nato cervese.

107.118 gli alberi presenti nelle aree pubbliche della città ai quali si aggiungono quello privati.

Il Sindaco Luca Coffari e l’Assessore Natalino Giambi: “il verde elemento fondamentale per qualità della vita è turismo. Cervia è la località più verde della Riviera adriatica”.

 

Tra il 2014 e il 2018 la Città di Cervia ha messo a dimora 3.409 nuovi alberi, equivalenti a circa 4 alberi per ogni nuovo nato a Cervia nello stesso periodo.

 

Facendo invece riferimento al rapporto tra cittadini residenti e numero complessivo di alberi censiti in parchi e viali e a quelli stimati nelle aree forestali alla fine del 2018, si può affermare che ogni cittadino cervese dispone di circa 3,6 alberi.

 

Sono questi i dati fondamentali che emergono dal primo Bilancio Arboreo della Città di Cervia anni 2014-2018, approvato alla fine di dicembre dalla Giunta comunale.

Il Bilancio Arboreo è un documento richiesto dalla legge 14 gennaio 2013 n°10, che all’articolo 2, modificando la legge 113/92, chiede ad ogni amministrazione comunale di pubblicare due mesi prima della fine del mandato il bilancio del numero di alberi piantati nel territorio comunale nel corso dei cinque anni di governo della città.

Un numero che, secondo la legge 113/92, deve per obbligo essere almeno pari al numero dei bambini nati nello stesso periodo, che a Cervia è stato di 881.

Il documento realizzato dal Servizio Verde che si prende cura del verde in città indica altri dati di estremo interesse.

Il censimento complessivo del verde arboreo a fine 2018 è di 107.118 alberi esistenti, di cui 18.318 censiti su viali e parchi e 88.000 stimati nelle aree naturalistiche comunali (pinete storiche, rimboschimenti e boschetti).

Dei 18.318 alberi censiti il 55% sono posti lungo i viali e il 45% nei parchi ed aree scolastiche.

Le specie presenti sono oltre 30, ma è il pino il più presente, con circa 9mila esemplari, seguito dal platano con 2mila esemplari.

 

Le aree di verde pubblico a gestione comunale sono cresciute nel periodo 2014-2018 dell’1,3% complessivo, passando dai 4.771.396 metri quadrati del 2014 ai 4.813.295 metri quadrati del 2018, di cui il 60% rappresentato da aree boscate.

 

Questo ultimo dato conferma il buon indice di boscosità del territorio comunale che differenzia in positivo Cervia dalle altre località costiere romagnole.

 

Infine la superficie di verde per abitante, includendo anche le aree boscate che a Cervia sono interamente fruibili, si aggira intorno ai 167 mq, raggiungendo in questo modo standard  molto elevati rispetto al panorama nazionale. 

Il documento integrale è disponibile sul sito internet della Città.

“Per la nostra Amministrazione l’incremento del verde è stata ed è una scelta fondamentale per migliorare la città presente e futura – dichiarano il Sindaco Luca Coffari e l’Assessore Natalino Giambi– per questo ringraziamo il Servizio Verde del nostro Comune ma anche Riccardo Todoli con il quale condividevamo questa profonda convinzione. Uno sforzo economico importante per la collettività in termini di cura del verde e manutenzione collegata ma che rappresenta il miglior investimento per aumentare la qualità della vita per i residenti ma anche per incrementare la competitività turistica della nostra città oltre che migliorare la salute di tutti.  Il verde dovrà sempre rappresentare una caratteristica fondamentale della nostra città, non solo la sua tutela ma anche la crescita delle aree verdi ed il numero di alberi come fatto in questi anni. La nostra città- concludono Sindaco ed assessore- è la piu verde della costa romagnola e dobbiamo continuare a migliorare”.

 

 

L’Ufficio stampa

Cervia, 13 gennaio 2019