Cervia- Grande successo per l’edizione 22 di Sapore di Sale

Cervia- Grande successo per l’edizione 22 di Sapore di Sale

Eccezionale week end all’insegna di gusto e tradizione si chiude con un bilancio più che positivo.

Grande successo per il lungo week end dedicato al sale di Cervia. Ogni anno sapore di Sale registra un grandissimo consenso da parte del pubblico che apprezza tradizioni e innovazioni gastronomiche. Come sempre comunque sono i numeri a confermare il successo della manifestazione.

Parlando di sale ecco le quantità distribuite nel week end. Oltre ai 100 quintali distribuiti dalla burchiella durante la rievocazione storica dell’Armesa de Sel, negli stamn del Parco della Salina di Cervia sono stati venduti circa 1700 kg di Sale confezionato mentre oltre 8.500 persone si sono affacciate a Musa, per portare a casa un po’ di Sale a offerta libera.

Frequentatissimi i Mercatini sul Portocanale da Borgomarina a Piazza Garibaldi, dal Magazzino del Sale alla Torre San Michele,dove quest’anno erano presenti anche le bancarelle con i prodotti italiani Presidio Slow Food della pesca che ha venduto 250 confezioni di prodotti, tra cui spiccano anguilla e le alici marinate di Comacchio. Libera Terra ha esaurito 60 kg di mozzarelle di bufala campana al Sale Dolce di Cervia della cooperativa Don Peppe Diana di Libera Terra che lavora nelle terre sequestrate alle mafie.

Il successo ha coinvolto un po’ tutti. Vendute 150 confezioni di Lardo D’Arnad Dop al Sale Dolce di Cervia, 200 confezioni di salumi valdostani, 20 chili di torrone al Sale di Cervia, 500 vasetti di cardo di Cervia sottolio d’oliva al Sale di Cervia, 300 vasetti di cardo sottolio e limone,100 bottiglie di olio al cardo di Cervia, 100 bottiglie di liquore al cardo, 200 confezioni di mandorlato al cioccolato e 100 confezioni di biscotti Tesori di Romagna al cacao e sale di Cervia.

Tutte le 6 forme da 12 chili di Gorgonzola al Sale Dolce di Cervia Val Palot sono andate esaurite oltre a 150 chili di altri formaggi di mucca e capra. Da aggiungere anche i 30 chili di salame Montisola del lago d’Iseo, 270 bottiglie di Liquore e grappa allo zafferano, 350 confezioni di zafferano, 200 confezioni di biscotti e panificati Bio’s, 6 forme di parmigiano reggiano.

Grande successo anche per AIS-Romagna con l’Associazione Le Mariette di Forlimpopoli che hanno servito 700 porzioni e 250 bottiglie di vino selezione Emilia Romagna

Numeri da record in tutti gli stand gastronomici che hanno visto all’Osteria del Gran Fritto la distribuzione nel week end di 1300 Coni di Fritto e 500 Risotti alla moda di una volta, il Magnolia to Go, Food Truck ha servito 250 CHICKENBURGER, 350 ROMAGNABURGER, 385 PASSATELLI NUGGETS.

Preso d’assalto lo stand di Panificatori e Pasticceri di Confcommercio che ha venduto 1.200 Focacce. 7.000 bomboloni, 3.000 maritozzi, 2.000 crostatine. A questi vanno aggiunti il pane artistico e la frutta intagliata venduti per beneficenza a A.g.e.o.p. Linea Rosa, Lions Club Ravenna; Associazione Amici RT11.

L’Associazione Salviamo i Mulini di Trapani ha venduto 200 chili di Sale trapanese e 100 confezioni di tonno sottolio. Distribuite in degustazione 2 latte da 5 chili di tonno di Favignana. Per quanto riguarda le golosità sono 2500 i cannoli siciliani gustati dal pubblico.

La Campanara di Galeata ha preparato 1000 Piadine Fritte farcite, 300 porzioni di Polpette della Romagna Toscana, Porcini fritti 100 porzioni; l’Enoteca Pisacane Pani e Pesci Vini Naturali, ha venduto 700 hamburger di tonno, 700 lasagnette di gamberi e pesto, 300 porchette di pescatrice, 300 polpette di calamari.

Il Mare in un Panino di Stefano Bartolini ha venduto 900 panini (polpo, zucchine in scapecee maionese di colatura di alici e cipollotto croccante; carpaccio di ricciola, salsa tonnata alla mandorla, finocchio, riso venere, artemisia; sgombro affumicato, radicchio, cipollotto fresco valeriana); l’Amarissimo 500 porzioni di Passatelli.; 350 gamberi in crosta di mais, 350 porzioni di fischioni in crosta di basilico; Marè ha distribuito 80 chili di passatelli per un totale di 400 porzioni oltre a 100 piadine-roll alla marinara, 160 porzioni di tonno tonnato e seppia con i porcini. Al Volo si è distinto con le sue 450 Tigelle fra le quali quella al pesto montanaro al Sale di Cervia è stata la più richiesta.

Il connubio Amarissimo Casa Braghittoni con la cucina di terra ha soddisfatto le richieste per 200 porzioni di cappelletti e tagliatelle, 100 kg di patate al forno, 100kg di costine, 130 kg di salsiccia, 70 kg di stinchi di maiale. Lo stand dei pescatori La Pantofla ha fatto il pienone ed ha preparato 200 kg di patatine, 2.000 risotti, 250 kg Saraghina , 6 quintali e mezzo di cozze (650 kg)

Apprezzatissimo lo stand de “La Piadina del Salinaro” di Cna Confartigianato con 550 piadine in confezione più 350 piadine preparate al momento. Frequentatissimo il laboratorio sempre affollato che ha visto la partecipazione di 100 bambini insieme ai genitori.

Il banco del Consorzio del Parmigiano Reggiano ha venduto 6 forme da 40 kg

Tutti gli incontri gastronomici hanno visto esauriti i posti disponibili a partire dallo Show Cooking del due stelle Michelin Alberto Faccani al Magazzino del Sale che ha letteralmente ammaliato i convenuti con piatti di altissimo livello culinario.

Gli appuntamenti alle Officine del Sale con il già stellato Piergiorgio Parini, e la cena inaugurale di Slow Food con le osterie di Termoli e Fiumicino, hanno completato alla grande l’offerta gastronomica della Festa.

Apprezzatissime le presentazioni e degustazioni dalla Girandola dei Formaggi al sale di Cervia all’incontro Fieno e Sale, scambio culturale e gastronomico delle realtà di Cervia e Madonna di Campiglio che si è concluso con la degustazione del formaggio Spressa delle Giudicarie dop al sale dolce di Cervia. Successo anche per “I Salumi Italiani e Romagnoli incontrano il Cardo di Cervia”, con le novità della produzione speciale del lardo D’Arnad, la presentazione del sale dolce di Cervia allo zafferano e quella del Valentino, salame del salumificio Zironi al sale dolce di Cervia. I Comuni di Cervia e Fiscaglia hanno stretto un patto d’amicizia con Fiscaglia.

Invasione di folla anche in Piazza Garibaldi sabato sera per “Fuoco al Mito”, spettacolo di preparazione in diretta di una forma di Parmigiano Reggiano come si faceva una volta, col fuoco di fascine sotto un paiolo gigante.

Significativa inoltre la partecipazione alle Terme di Cervia per la visita guidata alla mostra fotografica e all’assaggio del cocktail al sale dolce di Cervia.

Tantissimi i bimbi alla sala Rubicone per l’attività dell’Associazione Culturale Casa delle Aie che ha gestito i laboratori di pasta fresca e del pane rivolti a ragazzi e famiglie. Sempre nella stessa sala è stata allestita la mostra fotografica dedicata alle saline.

Le visite in Salina hanno riscontrato un sorprendente successo di pubblico, dimostrando che la tematica ambientale è sempre di grande interesse ed è anche un determinante attrattore turistico così come le Passeggiate Patrimoniali.

Riflettori puntati su Cervia e la sua Festa anche grazie all’appuntamento di Cervia Ambiente con la consegna del Premio a Donatella Bianchi, la nota giornalista Rai di Linea Blu e la consegna del Riconoscimento a Jacopo Fo.

Del resto il tratto caratteristico della Festa Sapore di Sale è quello di aprirsi al panorama oltre confine territoriale. Dalle Saline ospiti, fino alle località di prodotti, produttori o rappresentanti presenti a vario titolo, dalla Camargue a Bubrovnik, dalla Sicilia alla Val d’Aosta, Campania, Puglia, Lombardia, Trentino, Lazio e Molise, oltre alle tante realtà dell’Emilia Romagna.