Cervia. Intitolato il canile comunale ad Alessandra Coatti

Il canile comunale è stato intitolato ad Alessandra Coatti. La cerimonia si è svolta domenica  6 maggio alla presenza del sindaco Luca Coffari, di Maria Adinolfi Presidente ARCA2005 Associazione Ravennate Cervese Animali che gestisce il canile, dei familiari di Alessandra, di tanti volontari dell’associazione e numerosi amici e cittadini.

Queste le parole nella targa che l’amministrazione ha posto in suo ricordo: “Per l’impegno politico e sociale, la promozione del volontariato e della solidarietà, la dedizione alla difesa dei diritti degli animali. Con riconoscenza nell’affettuoso ricordo”.

La cantante cervese Sara Dall’Olio, ormai conosciuta a livello internazionale e volontaria dell’associazione ARCA2005, ha partecipato alla cerimonia cantando alcune canzoni.

Al termine della cerimonia ARCA2005 ha offerto un rinfresco a tutti i partecipanti.

Alessandra Coatti nata a Cervia l’8 maggio 1961, ha frequentato il Liceo classico di Ravenna e si è laureata in Giurisprudenza. Ha esercitato la professione di avvocato a Cervia fino alla sua scomparsa avvenuta il  28 marzo 2015.

Per ben tre legislature dal 1999 al 2014 è stata consigliere comunale di Forza Italia e poi del gruppo “Il Faro” e anche Presidente del Consiglio comunale.

Inoltre è stata Vicepresidente della Consulta del Volontariato e Vicepresidente dell’Associazione Arca 2005.

Per molti anni come volontaria il suo impegno è stato rivolto al canile di Cervia e la sua dedizione a difesa dei diritti degli animali è stata esemplare.

 

Il sindaco Luca Coffari così l’ha ricordata: <<Alessandra era una battagliera che si è impegnata molto per la nostra città, a volte anche con punti di vista diversi dai miei, ma sempre alla ricerca del bene di Cervia. Una donna di grande passione politica e civile, dalla profonda dedizione per la tutela degli animali, un impegno di cui abbiamo il dovere di farcene carico e rendergliene merito>>.

 

La Presidente ARCA2005 Associazione Ravennate Cervese Animali Maria Adinolfi: <<La passione ha contraddistinto Alessandra in tutti i campi in cui si è cimentata. E’ anche grazie al suo impegno che la nostra associazione è cresciuta nel tempo ed ha potuto assumere la gestione del canile comunale che da oggi porterà il suo nome, struttura spesso citata come esempio di cura e benessere degli animali abbandonati>>