Cervia. Porto Turistico. Al via la prima fase per l’affidamento pluriennale, si cerca un promotore per il Project Financig.

PORTO TURISTICO

Al via la prima fase per l’affidamento pluriennale, si cerca un promotore per il Project Financig.

Sindaco e Giunta: <<Riqualificare il porto per farlo diventare polo attrattivo per tutta la città, dragaggio di tutto il porto fino ai Magazzini del sale>>.

 

E’ pubblicato il bando di selezione pubblica per individuare un promotore per la valorizzazione e gestione del porto turistico della città a seguito della vertenza legale e mancati pagamenti dei canoni che ha portato l’Amministrazione a dichiarare decaduta la precedente concessione al Marina di Cervia srl.

Da allora la gestione temporanea è stata affidata sempre tramite gara pubblica alla ditta Servimar, la quale gestirà l’approdo fino ad avvenuta aggiudicazione della procedura pluriennale. Tale procedura è aperta a tutti i soggetti qualificati e che non abbiano contenziosi o pendenze con la Pubblica Amministrazione.

L’iter del Project Financing sarà articolato e volto a garantire la massima trasparenza e qualità delle proposte:

bando per l’individuazione del promotore del Project con scadenza il 21 dicembre; valutazione del progetto da parte della commissione tecnica e valutazione dell’interesse pubblico da parte della Giunta Comunale; successiva gara pubblica definitiva per scegliere il progetto e proponente migliore. Gli investimenti sono stimabili in circa 7 milioni a cui si aggiungono i dragaggi.

La prima proposta progettuale dovrà essere rispondente agli obiettivi fissati dall’Amministrazione Comunale: riqualificazione degli accessi al porto, collegamento con la spiaggia, creazione della passeggiata a mare sui moli, miglioramento dell’edificio e degli spazi all’autorità marittima, creazione nel parcheggio di un porto a secco per i mesi invernali, garantire la navigabilità del porto sia dell’imboccatura che di tutto il porto canale fino al Magazzino darsena, servizi alla nautica di qualità e tariffe eque.

Gli obiettivi politici della Giunta, tracciati negli atti d’indirizzo sono i seguenti:

a)         interazione e coordinamento con le progettualità di sviluppo delle aree limitrofe sulla base delle strategie turistiche dell’Amministrazione comunale;

b)         il rafforzamento della collaborazione tra Istituzioni Locali ed in modo comprovato tra i soggetti presenti ed operanti nel porto e nel Borgomarina, al fine di dare soluzione alle criticità complessive e garantire un operato volto al rilancio di tutto il comparto portuale, nell’ottica di una gestione coordinata dell’asta porto canale nel tratto che va dal porto turistico ai Magazzini del Sale;

c)         tutela delle attuali realtà cantieristiche insediate e dei titolari di posti barca, garantendo tariffe eque ed un buono standard di servizio agli utenti;

d)         garantire il coinvolgimento di personale di comprovata capacità tecnica e professionale coerente ad un impegno imprenditoriale di lungo periodo finalizzato ad elevare la qualità dei servizi offerti;

e)         mantenimento della navigabilità del porto turistico e dell’asta del porto canale

 

La scadenza di questo primo bando sarà il 21 dicembre 2018, la durata verrà stabilita in base alla mole degli investimenti proposti in sede di gara.

“Il nostro obiettivo principale è quello di valorizzare il porto turistico come un vero e proprio tassello di città pubblica – dichiara il Sindaco e Giunta-  che completi la passeggiata dal mare, passando per il riqualificato borgomarina, il Magazzino darsena, fino anche ad arrivare alle saline; uniamo insomma le due anime della città: il mare ed il sale.

Questo collegamento lo vorremmo fare anche via acqua, dando la possibilità di raggiungere il darsena in barca e per questo il concessionario dovrà dragare anche tutto il porto con tempistiche precise. Questo intervento darà slancio a tutto il comparto portuale, dalla pesca alla cantieristica, dando un importante contributo ad attrarre turismo di qualità, si collegherà anche al nuovo lungomare di Milano Marittima diventando davvero il porto di tutta la città”.