La verità di Asia Argento: “Jimmy era senza preservativo. È durato 2 minuti… un coniglio”

A Non è l’Arena Asia Argento ha raccontato la sua versione dei fatti in merito al presunto stupro

Dopo l’intervista della scorsa settimana a Jimmy Bennett, Massimo Giletti ospita a Non è l’Arena anche l’altra campana della storia, quella di Asia Argento.

L’attrice ha dato la sua versione dei fatti in merito a quello che Jimmy definisce uno stupro, mentre lei si arma di tanti aggettivi e lo definisce un rapporto sessuale “come quello dei conigli”. Nella lunga intervista, Asia rimane sempre composta (nell’aspetto), ma con le parole si lascia andare a dettagli non troppo piacevoli. L’attrice inizia il racconto da quando si sono incontrati nella camera d’albergo. A differenza da quanto sostenuto da Jimmy, “lui era solo. Mi chiese di studiare un copione come ai vecchi tempi… Ma lui arriva e non l’aveva neanche portato. Non sapevo che fosse minorenne, pensavo fosse diciottenne perché me lo aveva anche detto”.

E ancora: “Lo vedo… L’ultima volta era così ed è entrato un uomo, ecco perché gli ho preso il viso, perché aveva la barba, non lo riconoscevo. Aveva sguardo vitreo, come tanti ragazzi che dopo i 13 anni non lavorano più, problemi con i genitori, li ha anche denunciati, mi ha messo tristezza. Gli ho proposto un piccolo ruolo per fare un ruolo in un film indipendente è lì che si illuminò e ci abbracciammo: lui, con ormoni da ragazzo, è impazzito. È difficile raccontare, rido ma è anche una cosa traumatica”. Ma ecco che qui arriva il “bello”. Asia Argento, per dare forza alla sua versione, inserisce dettagli “piccanti”.

“Questo mi ha congelata – ha continuato -. Mi è saltato addosso mi ha messo di traverso sul letto, ha fatto quello che doveva fare senza preservativo. Io ero ferma e immobile, lui mi è saltato letteralmente addosso. Sarà durata due minuti al massimo… come un coniglio. Io gli ho detto: ‘Come ti è venuta questa cosa’. E lui: ‘Eri il mio desiderio sessuale da quando avevo 12 anni’”. E dopo questo breve rapporto sessuale – a dire della Argento – ci sarebbe “quel selfie che mi ha riportato alla realtà. Mi sono sentita usata, farà vedere che è andato con la milf di turno. Io non ho reagito perché era impensabile, tutto pensavo tranne che questa cosa”.

L’intervista della Argento è piuttosto lunga. E dopo la sua versione dei fatti sul presunto stupro che questa volta è ribaltato (Jimmy dice di essere stato violentato da Asia e Asia dice di essere stata violentata da Jimmy) l’attrice scoppia a piangere perché “voglio riprendere in mano la mia vita”. “Rimango stranito, ma tutto è possibile”, chiude attonito Massimo Giletti.