Lettera aperta del presidente Avis Cervia Elena Gianesi

Riceviamo e pubblichiamo

Stiamo attraversando un periodo a dir poco “critico” e vorremmo ricordare a tutti che OGGI PIU’ DI IERI c’è bisogno di raccogliere sangue e plasma.

E’ per questo motivo che l’Avis Comunale di Cervia Odv rivolge un appello accorato a tutti i suoi donatori per invitarli a continuare a donare.

Purtroppo stiamo già registrando i primi segnali di flessione nelle prenotazioni delle donazioni che coincidono con l’aggravarsi della “situazione coronavirus” ed è per questo motivo che vorremmo anche tranquillizzarvi sul fatto che la sede dell’ Avis di Cervia è un luogo “sicuro” sempre sanificato dove non si verificano affollamenti e dove oggi più di ieri vengono rispettate tutte le regole emanate dal governo.

Ricordiamo quindi che si può donare sangue e plasma e lo può fare chiunque sia in buona salute e non abbia avuto contatti diretti con persone ammalate.

 

Le disposizioni del centro nazionale sangue sono le seguenti:

Nessuna sospensione o quarantena per i donatori che abbiano soggiornato in Lombardia e nelle 14 province considerate attualmente zona rossa tra cui Rimini, Modena, Parma, Reggio Emilia e Piacenza.

non presentarsi nel Punto di Raccolta nel caso in cui:

– abbia o abbia avuto nei 14 giorni precedenti febbre, tosse o difficoltà respiratoria e sindrome da raffreddamento

– abbia avuto contatti stretti con un caso probabile (tampone dubbio) o caso confermato di COVID-19.

Il presidente Avis

Elena Gianesi