A Tripoli colpita la Corte Suprema

Nell’attacco a Tripoli di ieri notte a Zawit al-Dahmani, “quattro dei diversi razzi lanciati dall’Lna guidato dal generale Khalifa Haftar hanno colpito l’edificio della Corte Suprema, adiacente all’ambasciata turca a Tripoli”. Lo rende noto una fonte locale. Nell’attacco un missile grad è caduto a circa cinquanta metri dalla residenza dell’ambasciatore italiano causando la morte di due passanti.
    L’Ue ha condannato l’azione, esprimendo solidarietà all’Italia’.
    “Condanniamo i bombardamenti e gli attacchi contro i civili in Libia. Sono inaccettabili. Esprimiamo solidarietà ai partner italiani” per gli ultimi incidenti a Tripoli vicino all’ambasciata italiana, ha detto Peter Stano, portavoce dell’Alto rappresentante della Ue, Josep Borrell. “Quanto alle critiche all’operazione Irini”, che avvantaggerebbe Haftar, “non sono nuove – ha detto Stano – ma il suo compito è di bloccare tutto il flusso di armi verso la Libia e di rafforzare il cessate il fuoco”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte