Alcolista e dark, è il nuovo Perry Mason di Matthew Rhys

ROMA – Veterano della prima guerra mondiale con disturbo da stress post-traumatico, alcolista cronico, un matrimonio distrutto alle spalle: è un Perry Mason inedito e sorprendente quello raccontato nella nuova miniserie Hbo in partenza venerdì 11 settembre alle 21.15 su Sky Atlantic e Now Tv. Prodotta da Robert Downey Jr. e da sua moglie Susan Downey, la serie sarà disponibile con tutti i suoi otto episodi dallo stesso giorno on demand su Sky e in streaming su Now Tv.
    Il leggendario avvocato dei romanzi di Erle Stanley Gardner, fra i personaggi più celebri del mondo della letteratura e del piccolo schermo, caro al grande pubblico per l’interpretazione rassicurante di Raymond Burr nella serie della Cbs di fine anni ’50, rivive così, più oscuro che mai e con le fattezze di Matthew Rhys, anche produttore. Ambientata nella Los Angeles degli anni successivi alla Grande Depressione, la serie racconta gli inizi della carriera di Mason, rappresentato per la prima volta nei panni di investigatore privato e non ancora di avvocato.
    In una fredda notte del 1931, un bambino – Charlie Dodson, pochi mesi di vita – viene rapito e ucciso. Perry Mason (Matthew Rhys), veterano di guerra che vive alla giornata lavorando come investigatore privato, viene assunto dal rinomato avvocato E.B.
    Jonathan (John Lithgow) per scoprire la verità sul caso. La sua indagine avrà importanti conseguenze per tutta la città.
    Tormentato dai ricordi della guerra in Francia e dal fallimento del suo matrimonio, Mason diventerà sempre più coinvolto nel caso e con l’aiuto di Pete Strickland (Shea Whigham) e dell’assistente di E.B., Della Street (Juliet Rylance), cercherà di scoprire la verità con ogni mezzo a sua disposizione.
    Perry Mason è diretta dal veterano delle serie Hbo Tim Van Patten e da Deniz Gamze Ergüven (Mustang) che firma il quarto, il quinto e il sesto episodio. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte