Amatrice, la storia del borgo a settembre in libreria

(ANSA) – ROMA, 18 AGO – Un borgo nel cuore del Lazio, amato e popolato sin dalla preistoria, percorso da grandi personaggi e tradizioni sempre vive. Seppur segnato dal terribile sisma di cui proprio il 24 agosto ricorre il quarto anniversario.
    E’ la lunga vicenda di Amatrice (RI) con il suo suggestivo centro, oggi raccontata nel volume a cura di Emma Moriconi ”La Storia di Amatrice dalla preistoria ai giorni nostri”, in libreria da settembre per Typimedia Editore.
    Un viaggio nel cuore d’Italia, in un territorio al confine di quattro regioni, che sorge dalle acque preistoriche dei Monti della Laga, un luogo ameno e ricco di vegetazione, dove, pagina dopo pagina, secolo dopo secolo, “si incontrano personaggi come Vespasiano, che sceglie di trascorrere nell’alta valle del Tronto le sue vacanze estive – spiega la curatrice – Ma anche San Pietro e San Paolo, che nel I secolo d.C. percorrono questi sentieri per diffondere la parola di Dio. Tra Medioevo e Rinascimento, poi – prosegue – Amatrice vede nascere nel suo territorio oltre cento chiese. Lì i pastori attraversano i sentieri della transumanza, la tradizione più antica e più caratteristica di questa terra, di recente divenuta patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. E qui nasce anche la famosa pasta all’amatriciana”.
    Prima ancora dell’uscita in libreria ,”La Storia di Amatrice dalla preistoria ai giorni nostri” è già prenotabile tramite la piattaforma librerie.coop e ibs.it la Feltrinelli. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte