Banche: Intesa, Ri-Pescato nella nostra tradizione sociale

“Il progetto Ri-Pescato, promosso e sostenuto da Intesa Sanpaolo e Banco Alimentare, si inserisce perfettamente nell’ambito delle iniziative di responsabilità sociale della Banca”. Lo afferma Elena Jacobs, responsabile Valorizzazione del sociale e Relazioni con le università dell’istituto di credito, alla vigilia della presentazione, ai Maas di Catania, dell’iniziativa organizzata e promossa assieme al Banco alimentare per recuperare e lavorare il pesce sequestrato da distribuire, dopo i necessari controlli, a enti caritatevoli.

Ai lavori parteciperanno, tra gli altri, il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, il presidente di Coldiretti Ettore Prandini, il direttore generale di Banco alimentare Giuseppe Parma e il presidente della Società italiana di medicina veterinaria preventiva Antonio Sorace.
    “L’attività di Intesa Sanpaolo per il sociale, nella tradizione del gruppo da secoli, è diventata uno degli obiettivi concreti e misurabili con l’inserimento nel Piano di Impresa 2018-2021, sul principio che una maggiore inclusione ed equità sociale e il miglioramento della situazione delle fasce più deboli della società costituiscono un presupposto di crescita economica e sociale per l’intero Paese”. “Il perseguimento dell’obiettivo filantropico – sottolinea Elena Jacobs – è quello che più di ogni altro dà un significato al’operare quotidiano del gruppo per rafforzare il ruolo di motore dello sviluppo sostenibile e inclusivo nel Paese, un contributo che è stato ulteriormente rafforzato dalle misure per contrastare la diffusione del Covid-19 e far fronte alle esigenze sanitarie, economiche e sociali del Paese. La donazione di 100 milioni di euro decisa nelle prime fasi dell’emergenza e subito messa a disposizione da Intesa Sanpaolo a favore della sanità nazionale ha portato importanti risultati già pochi giorni dopo la firma del Protocollo di collaborazione con il Commissario straordinario e la Protezione civile”. “La presenza capillare del gruppo ha permesso inoltre di intervenire con misure straordinarie su tutto il territorio, per dare il massimo sostegno a sanità, famiglie e imprese, con l’obiettivo di rappresentare un elemento di forza per le comunità di cui la banca è parte”.
    
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte