Barcolana

(ANSA) – TRIESTE, 21 LUG – “La Barcolana unisce, fa squadra.
    Abbiamo contattato uno ad uno tutti coloro che hanno partecipato
lo scorso anno e tutti ci hanno confermato, ‘ci saremo’”. Lo ha
detto il patron della regata più grande del mondo, la Barcolana,
Mitja Gialuz, presentando la 52/a edizione della manifestazione.
    “Quest’anno più che in passato è fondamentale fare la Barcolana
e farla in sicurezza, anche per dare l’immagine che già abbiamo
di una regione molto responsabile e sicura. “Che la Barcolana
sia il simbolo europeo della ripartenza”, ha auspicato il
Governatore della Regione Fvg Massimiliano Fedriga.
    “Bisogna stare tutti insieme, fare sforzi tutti insieme: la
Regione ce la sta mettendo tutta, anche il Comune di Trieste, ma
questo non basta, bisogna che ognuno faccia la propria parte” ha
proseguito Fedriga. Per il Governatore, “lo sforzo che si sta
facendo quest’anno per questa manifestazione, rappresenta anche
il rilancio: bisogna saper guardare in prospettiva, bisogna per
ripensare e saper crescere. Chi avrà questa capacità avrà un
vantaggio per i prossimi anni”.
    In questo senso, Fedriga ha sottolineato che “i buoni risultati
ottenuti in regione contro la diffusione della pandemia si deve
proprio a questo, al fatto che tutta la comunità ha combattuto
insieme”.
    Per favorire l’attuazione delle norme antiCovid, tra l’altro,
quest’anno l’iscrizione alla regata si farà online ed entro il
30 settembre e i partecipanti – non potendo fermarsi davanti
alle Rive per evitare affollamenti, dovranno avere un ormeggio a
disposizione. Gialuz ha spiegato che, mentre i residenti si
comporteranno come ogni anno, coloro che verranno da fuori “dovranno acquisire un posto barca nei marina o rivolgersi alla
società organizzatrice, “Barcola Grignano”. Lo garantiremo a
tutti – ha assicurato Gialuz – perché l’Autorità portuale
metterà a disposizione posti barca”.
    L’appuntamento è per l’11 ottobre alle 10.30 nelle acque tra la
società velica e il Castello di Miramare. In caso di
recrudescenza del Coronavirus e la regata non dovesse svolgersi,
gli iscritti riceveranno lo stesso i gadget tradizionali e
l’importo verrà loro rimborsato (detratto di spese di
segreteria). (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte