Calcio: Germania; diritti tv in ribasso, è la prima volta

(ANSA-AFP) – BERLINO, 22 GIU – I diritti TV del campionato
tedesco per le prossime quattro stagioni (2021-2025) sono
leggermente diminuiti, da 1,16 miliardi di euro a stagione a
1,1. La cura dimagrante è stata annunciata dal presidente della
Lega calcio tedesca (DFL) Christian Seifert. Con 4,4 miliardi di
euro per l’intero periodo, è la prima volta dall’assegnazione
dei diritti – nel 2002 – che il loro valore non aumenta.
    Si tratta di un trend che potrebbe anticipare i futuri
negoziati in Europa. Contrariamente a quanto alcuni avevano
previsto, né Amazon né alcun altro gruppo di nuovi “players” ha
ottenuto i diritti, e i principali lotti delle partite in
diretta se li sono spartiti Sky e DAZN, le due attuali
emittenti. In particolare, DAZN invade il territorio di Sky, che
perde le partite della domenica.
    “Non sappiamo cosa sarebbe successo senza il coronavirus”,
ammette Seifert, il quale giudica comunque questo un risultato “abbastanza onorevole” per la Buundesliga “rispetto a quello di
altri importanti campionati, che presto rinnoveranno i loro
diritti”. Questo risultato costringerà però “alcuni a stringere
un po’ la cinghia. Non solo i club, ma anche i giocatori, gli
agenti e tutto il sistema calcio. Ci sarà una correzione al
ribasso dell’intera economia calcistica”. (ANSA-AFP).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte