Cervia. 250mila euro di operazioni non autorizzate, dall’hotel clonavano le carte dei clienti

I 5 gestori di un hotel di cui avrebbero dovuto risollevare le sorti, sono stati tutti rinviati a giudizio. Nelle due stagioni del 2015 e del 2016 avrebbero infatti clonato le carte di credito di ignari clienti che inconsapevolmente hanno continuato a sborsare soldi anche dopo la fine della vacanza. Si parla di operazioni non autorizzate per un importo complessivo di 250mila euro.

Lascia un commento