Cervia. Aggressione alla stazione. Parla il fidanzato di Francesca, la ragazza ravennate aggredita da 3 extracomunitari

Questo è quanto ha dichiarato ai media il ragazzo di Francesca a mente fredda un giorno dopo i fatti:

Domenica pomeriggio Francesca ed io eravamo tra i volontari del gruppo «Sei di Cervia se …» per una raccolta fondi al Mercatino Europeo». Francesca doveva andare in stazione a prendere il treno – attorno alle 19 –, ma siccome la mia macchina aveva la batteria scarica e non partiva l’ho lasciata andare a piedi sola. Dopo circa mezz’ora ho ricevuto la sua telefonata nella quale mi diceva di essere stata aggredita. Immediatamente, assieme ad un altro volontario, sono corso verso la stazione ferroviaria, io a piedi e lui in bicicletta. Quando sono arrivato l’ho trovata che stava piangendo ed era ancora sotto choc». L’aggressione sarebbe avvenuta «dentro al bagno della stazione. È stata avvicinata da tre persone che l’hanno aggredita e strattonata per poi cadere a terra. Lei è riuscita a difendersi e per questo nessuna delle due borse le è stata portata via. Le hanno rubato solo il portafogli. Abbiamo immediatamente chiamato i carabinieri che sono intervenuti in una decina di minuti e ci hanno accompagnati al pronto soccorso dove hanno visitato Francesca. Non le hanno diagnosticato nessun danno grave e le hanno consigliato di fare una lastra. Usciti dal pronto soccorso, a circa un’ora dal fatto, ci siamo recati al comando dei carabinieri per sporgere denuncia dove ha fornito una descrizione degli aggressori»