Cervia. Confida all’amico che la sua compagna era in compagnia di un playboy. Assalito dalla ragazza con un coltello al bar Sale Dolce di Cervia il noto avvocato Ludovico Giardini. Ieri il processo

Confida all’amico che la sua donna è in compagnia di un playboy e la signora, di origini keniote, si vendica dandogli dei pugni in testa e aggredendolo con un coltello nascosto in un giornale.

E’ questa in sintesi la brutta avventura accaduta nell’aprile del 2013, ma che viene riportata a galla per via dell’inizio del processo presso il tribunale di Ravenna, che ha visto protagonista un noto avvocato ravennate Giardini, oggi parte offesa.

Ero in compagnia di una bella donna in un tavolino al Bar Sale dolce di Cervia quando sono stato letteralmente aggredito da una furia! Calci, pugni in testa eppoi quel giornale con dentro il coltello” inizia così la testimonianza dell’avvocato Giardini, solo per oggi parte offesa, di fronte al Giudice Andrea Galanti nella sala delle udienze penali del tribunale di Ravenna.

Una semplice confidenza fatta ad un’amico (Giardini aveva visto la compagna del suo amico alla festa della stampa a Milano Marittima assieme ad un noto playboy) ha letteralmente mandato in bestia la bella africana.

La ragazza lo colpì diverse volte sino a rompergli il cellulare, a ferirlo ad una mano e a rovinargli un bellissimo vestito Armani, a cui l’avvocato – ha dichiarato in aula – teneva particolarmente.

A volte, forse, converrebbe stare più attenti ed essere più cauti quando si tratta di donne!