Cervia. Continua il viaggio dei pellegrini del sale

Continua il viaggio dei pellegrini del sale fra boschi e colline che vengono accolti con affetto dalle amministrazioni locali. I pellegrini sono stati anche protagonisti del soccorso di una nonna col nipote 

Lunedì 2 ottobre i pellegrini del sale si sono spostati da Bagno di Romagna fino a giungere a La Verna. E’ stato un percorso molto impegnativo di circa 8 ore e 24 chilometri, attraverso il Parco delle Foreste Casentinesi fino a quota 1360 metri del monte del Poggio Tre Vescovi. Dopo aver affrontato il passo Serra sono giunti al Santuario Francescano a mt. 1130.

Martedì 3 ottobre il gruppo è partito da La Verna alle ore 8,00. Lungo il tragitto i pellegrini sono stati ricevuti nel palazzo del Comune di Subbiano dal vicesindaco Marco Corofolini. E’ stato offerto loro un ricco buffet preparato dalle “arzdore” del luogo. I pellegrini hanno ringraziato e contraccambiato offrendo sale messo a disposizione della Società Parco della Salina di Cervia.

Proseguendo nel tragitto i camminatori sono stati poi salutati ed accolti da Monica Baccianella assessore del Comune di Copolona, in provincia di Arezzo. L’Assessore ha percorso insieme al gruppo il tratto di percorso della Romea Germanica che attraversa il fiume Arno, fino al borgo di Pieve a Sietina. Qui hanno visitato la pieve di Santa Maria Maddalena, una delle più suggestive della provincia di Arezzo, e preziosa testimonianza di architettura romanica. All’interno sono ben conservati affreschi trecenteschi, rinascimentali ed una vetrata cinquecentesca. Anche l’assessore Baccianella è stato omaggiato del sale di Cervia. Alle 15,10 il gruppo di pellegrini è giunto ad Arezzo. Momento istituzionale e saluto della città di Arezzo con l’Assessore Marcello Comanducci al quale è stato donato il sale di Cervia.

Lungo il loro cammino i pellegrini hanno anche soccorso una signora ed un bambino che hanno avuto un incidente lungo la via per Arezzo. La signora di circa 80 anni, insieme al bambino di circa 10 anni viaggiava su un Ape 50 lungo una strada sterrata quando, perso il controllo del mezzo, è finita nel fosso. Nessuna conseguenza per i passeggeri ma la signora non riusciva a muoversi nel mezzo che si era completamente rovesciato. Allora unendo le forze i pellegrini hanno sollevato l’Ape rimettendolo in piedi sulla carreggiata. L’anziana signora, che come il bambino è uscita indenne, e senza neanche un graffio, ha ringraziato il Signore per aver messo questi “angeli” sulla sua strada.

Il 4 ottobre il cammino riprende alla volta di Castiglion Fiorentino e Cortona

Cervia 4 ottobre 2017

Ufficio Stampa