Cervia. Gardin e Morrone (LN): “clima di tensione sottovalutato dalla Giunta Coffari”

Cervia, ragazza aggredita nei pressi della stazione. Appello della Lega per una maggiore sicurezza. Gardin e Morrone (LN): “clima di tensione sottovalutato dalla Giunta Coffari”
All’indomani dell’ennesimo episodio di violenza consumatosi nella nota località balneare romagnola, il segretario nazionale della Lega Nord Romagna Jacopo Morrone e il segretario provinciale ravennate, Samantha Gardin, si rivolgono al primo cittadino Luca Coffari chiedendo “provvedimenti più incisivi per sanare il clima di insicurezza che purtroppo si respira anche a Cervia.” Desta infatti particolare preoccupazione l’aggressione subìta da una ragazza che ieri sera, mentre stava aspettando il treno, è stata accerchiata da tre immigrati che poi l’hanno picchiata e rapinata. “Poteva andare peggio – commenta la Gardin – l’aggressività della maggior parte di queste persone non mi stupisce. Basterebbe leggere le cronache locali per rendersi conto della grave spirale di violenza in cui stanno scivolando molti dei nostri Comuni. A quanto pare Cervia non ne è esente e i protagonisti di queste violenze sono sempre gli stessi…A denunciarlo non è tanto la Lega Nord, contro la quale fioccano le accuse di razzismo e istigazione all’odio, ma sono gli stessi cittadini (questa volta cervesi) che meritano di essere ascoltati e soprattutto rassicurati. Di certo non solo a parole” – conclude Morrone – “ma con i fatti. Per questo motivo mi aspetto dal primo cittadino di Cervia non solo una ferma condanna dell’episodio in sé per sé, ma anche e soprattutto politiche strutturali più incisive in materia di sicurezza e legalità”.
Lega Nord