CERVIA. II EDIZIONE “ANIME SENZA VOCE”

L’associazione “Anime senza voce” presenta la seconda edizione dell’evento internazionale d’arte contemporanea contro l’abuso minorile , dal 25 al 27 agosto, nei Magazzini del Sale “Darsena”, Piazzale dei Salinari, a Cervia-Milano Marittima. Più di sessanta gli artisti provenienti da tutto il mondo esporranno oltre trecento opere per dare voce alle storie di tutti gli innocenti che hanno avuto il dolore di vivere sulla propria pelle l’ombra nera dell’abuso. L’organizzatrice e presidentessa dell’associazione “Anime senza voce”, Brigitte Ostwald ha organizzato questa tre giorni, durante i quali a far da padroni saranno sia i quadri, le sculture, le fotografie, ma anche i dibattiti sulla tematica, affrontata dagli stessi artisti nelle loro opere. La prima giornata comincerà alle 17 con l’inaugurazione condotta dalla giornalista locale Letizia Magnani che vedrà la partecipazione speciale di Reinhard Auer, regista austro-italiano e di Antonio Dal Muto, storico e critico d’arte; a completare la presenza anche il sindaco Luca Coffari, la delegata della sezione cultura di Cervia, Bianca Maria Manzi, le Associazioni “Dalla parte dei minori”, “Linea Rosa” e “Muoviti”, esponenti del Lions Club, Ravenna Host, Cervia Cesenatico, Ravenna Bisanzio, Ravenna Dante Alighieri, Cervia Ad Novas, Ravenna Romagna Padusa e Milano Marittima 100. Le due giornate successive, quelle del 26 e del 27 agosto, apriranno al pubblico già dalle 10 del mattino e proseguiranno fino alle 23. Molti gli eventi in programma, tra cui l’evento serale di sabato, dal titolo “Diamo volto, voce e aiuto ai bambini vittime di violenza. Dati del problema in Italia, come si integrano i servizi nella nostra realtà”, condotto dalla giornalista Letizia Magnani con la partecipazione di esponenti comunali, Dott.ssa Daniela Poggiali, responsabile servizi sociali Ravenna – Cervia – Russi e dirigente della cultura del Comune di Cervia, Cristina Zani, servizi alla comunità del Comune di Cervia, psicologi e pediatri del territorio, Dott.ssa Gloria Soavi, psicologa e psicoterapeuta e presidente CISMAI, Prof. Massimo Masi, Università di Bologna, consulente Regione Emiglia – Romagna e coordinatore gruppo abuso e maltrattamenti all’infanzia, Dott. Leonardo Loroni, pediatra Ravenna, Pietra Sasselli di Linea Rosa, Dott. Marco Borazio, psicologo. Domenica 27 agosto, alle 20.30 si terrà poi l’asta benefica che coinvolgerà una parte delle opere in esposizione, presentata dal professore Giorgio Gregorio Grasso, storico e critico d’arte che chiuderà le tre giornate. Le testimonianze raccolte saranno ben visibili nelle opere di questi grandi artisti che, senza mai violare la privacy, proveranno a dar voce a chi, con grande coraggio, prova a vivere la vita di tutti i giorni tra mille difficoltà. L’associazione “Anime senza voce” chiede a chiunque abbia a cuore questa tematica un piccolo gesto per donare tutto il ricavato alle associazioni che si occupano nel territorio di bambini maltrattati. In una delle numerose varianti della famosa fiaba “Cappuccetto Rosso”, quella di Charles Perrault, l’autore conclude tragicamente con una morale chiara: “Le bambine non devono dare ascolto ai lupi, specie a quelli tranquilli, compiacenti e dolci, che possono seguire anche dentro le case e per le strade”.