Cervia. Inconfondibile lo svasso piccolo in abito nuziale

Svasso piccolo (Podiceps nigricollis) _ foto eseguita in salina di ‘Cervia’ Italy
Canon EOS 7D Mark II_f/7,1_1/1000 sec_iso200_400mm
Svasso di piccole dimensioni. In abito nuziale è inconfondibile, con dorso, collo, petto e capo neri con due ciuffi auricolari gialli. In abito invernale tende ad assomigliare al Tuffetto, ma presenta le parti superiori nerastre. Gola e zona auricolare sono bianche fino a parte della nuca. Il becco è sempre nero e con la punta rivolta all’insù e gli occhi sono sempre rossi. Si ciba soprattutto di pesci.
In Italia lo Svasso piccolo è nidificante irregolare, migratore e svernante regolare.
La specie nidifica in corpi idrici eutrofici, sia dolci sia salati, anche di dimensioni molto ridotte (2-3 ha). Durante il periodo migratorio e di svernamento lo Svasso piccolo frequenta acque marine, aree costiere, aree portuali, lagune e stagni salmastri e gli specchi d’acqua più interni come i grandi laghi e i bacini artificiali.
La specie presenta una distribuzione europea concentrata alle medie e basse latitudini, con popolazioni svernanti lungo le coste atlantiche europee, nelle aree del Mediterraneo e del Mar Nero e a sud fino all’Africa settentrionale. In Italia la popolazione nidificante è molto esigua e stimabile in meno di 10 coppie. La nidificazione avviene in modo regolare presso alcune cave localizzate a sud di Ravenna, mentre è irregolare presso alcune zone umide della Pianura Padana e in due siti posti rispettivamente a sud di Livorno e presso Manfredonia. La consistenza della popolazione svernante, cresciuta costantemente nel corso degli anni ‘90 del secolo scorso, è invece ben più consistente e conta circa 16.000 individui distribuiti in meno di un centinaio di siti. Tra questi, le lagune salmastre e le acque marine costiere riparate del Nord Adriatico e i laghi interni d’acqua dolce di dimensioni medio-grandi arrivano ad ospitare oltre il 90% del contingente censito a metà gennaio.
Mario Zanetti

Lascia un commento