CERVIA. PROGETTO CAPTOR PER FERMARE L’INQUINAMENTO DA OZONO

L’inquinamento da ozono si accresce con la stagione estiva in quanto viene favorito dal calore e dalle macchie solari. Una situazione nociva per la salute degli esseri umani e per l’ecosistema ambientale. Le malattie degli apparati respiratori si diffondono soprattutto tra bambini e anziani, oltre a coloro che soffrono di disturbi cronici a naso, occhi, gola. Come evidenziato dalle stazioni di monitoraggio, la Regione Emilia-Romagna ha superato il limite dei 25 sforamenti, addirittura 37 nella zona di Cervia. Legambiente ha aderito, insieme ad altri partner europei, al progetto “Captor” (Collective awareness platform for tropospheric ozone pollution) che prevede l’installazione di sensori di rilevamento del tasso di ozono presso le abitazioni di cittadini che hanno scelto di collaborare al monitoraggio della qualità dell’aria.

Salvatore Occhiuto