CERVIA. SINDACO COFFARI “LAVORIAMO INSIEME PER IL BENE DELLA CITTA”

Dichiarazione-stampa del Sindaco di Cervia Luca Coffari

A mio avviso non è mai positivo per la comunità e per i cittadini quando non si riescono a costruire stabilmente le condizioni per un rapporto costruttivo tra maggioranza e minoranza. Debbo dire che su questo il PD ed il Presidente del Consiglio comunale si prodigano molto, e quando siamo riusciti a costruire un dialogo costante e coerente pur partendo da punti di vista diversi i risultati sono stati positivi. Mi viene un po’ da sorridere però a leggere di fantomatiche “proposte dell’opposizione”. Sul nostro tavolo non ne sono mai arrivate ed in Consiglio comunale a fatica ricordiamo qualche sparuto emendamento, non di rado tra l’altro accolto da tutti. Purtroppo sono sempre più rari i comportamenti costruttivi dell’opposizione che a mio avviso sarebbero importanti per migliorare i provvedimenti: ogni tanto riusciamo a votare all’unanimità ordini del giorno e provvedimenti positivi (sull’acqua, sul porto e sui consigli di zona). Esempio molto positivo è stato il lavoro in prima commissione guidato dal Presidente Fiumi di Progetto Cervia sui Consigli di Zona. Sempre più spesso Cervia Prima di Tutto e M5S si alzano e se ne vanno. Non votano e non discutono neanche i provvedimenti nel merito e questo ovviamente impedisce ogni dialogo anche su cose importanti. Del resto è vero che per discutere nel merito bisogna avere idee e non solo strumentalizzare e far polemica su tutto. Abbiamo visto la scenata più desolante di tutte l’altra sera in Consiglio comunale, dove sono entrati per poi uscire immediatamente, non discutendo alcuno dei tanti punti all’ordine del giorno, anche importanti (assestamento di bilancio; regolamento sugli alloggi Erp ed altri regolamenti), che nel comunicato stampa neppure citano, inoltre ancor più scorrettamente, neanche facendo il gesto di rinunciare al piccolo gettone di presenza.Tornando alla tassa di soggiorno, abbiamo sempre argomentato con trasparenza ed onestà, in ogni sede che in Consiglio comunale, le motivazioni per cui siamo stati costretti a cambiare opinione rispetto ad un punto di programma di legislatura. Abbiamo scelto di mantenere le altre promesse fatte nel programma di mandato, riguardo ad opere pubbliche, manutenzione ed azioni per il turismo che senza risorse non si fanno. Chi amministra deve fare delle scelte. Ricordiamo che nel 2015 avevamo una situazione di bilancio critica con risorse bloccate e mancavano quasi 4 mln di euro a causa di minori trasferimenti del governo ai quali si sono aggiunti i costi dell’emergenza maltempo (costo circa 1 mln di euro, basti pensare ai danni alla pineta). Stiamo dando prova però che quello che ci eravamo impegnati a realizzare lo stiamo facendo ed è sotto gli occhi di tutti. Ovviamente c’è ancora molto da fare e saranno i cittadini nelle urne a tirare le somme.