CESENATICO. CONFESERCENTI “LA TASSA DI SOGGIORNO COLPISCE IL BENE PIU’ PREZIOSO IL CLIENTE”