CESENATICO. “LA ZUCCA IN GIALLO” OSPITE CARMELO PECORA

Sarà Carmelo Pecora, con il suo “Gli Infedeli “  (ed. Zona), il terzo ospite de “La Zucca in Giallo”, la nuova rassegna di incontri con l’autore, in programma a Cesenatico tutti i giovedì di agosto. Cinque appuntamenti per cinque sfumature di giallo che spaziano dal noir al poliziesco, dal giallo legato a fatti di cronaca fino al classico thriller. Dal 1987 al 1994 – per sette lunghi anni – la banda della Uno bianca seminò il terrore in Emilia Romagna e nelle vicine Marche. Un caso criminale senza precedenti. A vent’anni dal clamoroso arresto dei fratelli Savi e degli altri componenti in divisa della banda, Carmelo Pecora – poliziotto a Forlì all’epoca dei fatti – ne ricostruisce la lunga sequenza di delitti e ripercorre le tappe principali dell’inchiesta, quella giudiziaria e quella della commissione parlamentare stragi e terrorismo, che si occupò del caso. E aggiunge altri scottanti interrogativi e questioni a quelli che, da allora, sono rimasti aperti. Come il problema della formazione delle reclute, del “rambismo” e dell’approssimazione nell’esercizio dei propri compiti e doveri istituzionali. Pecora, già ispettore capo della Polizia scientifica, è stato testimone di alcuni tragici avvenimenti della storia del nostro Paese e si è trovato a narrare le vicende di coloro che hanno sacrificato la propria vita per puro caso, per fatalità, ma anche e principalmente, per gli infimi progetti di qualche malvagio individuo. Ad ospitare la rassegna è la Zucca Gialla (www.lazuccagialla.it ), piccola trattoria che ha aperto i battenti a Cesenatico pochi mesi fa. Gli appuntamenti si caratterizzano nel proporre due momenti distinti: il primo, alle 19, prevede la presentazione vera e propria del libro, gratuita e aperta a tutti con un piccolo buffet offerto dal locale ospitante. Al termine della presentazione, alle 20,30, gli autori si fermeranno a cena e, chi vorrà, previa prenotazione e fino ad esaurimento posti, potrà unirsi al loro tavolo per proseguire la conversazione. La rassegna ha ottenuto anche il patrocinio del Comune di Cesenatico che ne ha riconosciuto non solo la valenza culturale, ma anche l’importanza turistica essendo organizzata in una zona della città meno ricca di eventi e intrattenimenti.