CESENATICO. RITORNA IN MARE LA TARTARUGA FRANCESCA 2

dav

Venerdì verrà rilasciata, dopo mesi di cure al Centro di recupero Cura e Riabilitazione delle Tartarughe marine di Riccione gestito da Fondazione Cetacea, la tartaruga Francesca II, in cura dal 10 dicembre scorso dopo essere stata recuperata a seguito del suo spiaggiamento grazie alla collaborazione con la Capitaneria di Porto di Cesenatico, e in particolare con il comandante Stefano Luciani, all’interno della Rete regionale per la tutela delle tartarughe marine dell’Emilia Romagna. Questo esemplare adulto di Caretta caretta di 69 centimetri di lunghezza di carapace per 37 chili di peso, giunto con una frattura cranica con esposizione dell’osso e del tessuto sottostante, è stato curato nell’ambito del progetto TartaLife, finanziato dalla Commissione Europea attraverso il fondo Life+ Natura 2012. “Purtroppo, e Francesca II ne è un esempio, sempre maggior numero di tartarughe marine giunge al Centro di Recupero di Riccione con ferite alla testa, dei veri e propri sfondamenti cranici dalla forma circolare, evidentemente dovuti all’impatto con un corpo contundente – spiega Luciani -. Si ritiene che questi colpi vengano inferti in maniera volontaria per allontanare l’animale, magari sentendosi in maniera irragionevole minacciati. Questo cattivo costume provoca, se non la morte immediata, gravissimi danni a livello neurologico molto difficili da recuperare: queste tartarughe vengono rimesse in mare a volte dopo anni di cure specialistiche e riabilitazione.  Per tutti coloro che vorranno salutare la tartaruga prima del suo rilascio, l’appuntamento è venerdì alle 10:30 al Molo di Levante di fronte alla sede della Capitaneria di Porto di Cesenatico”.