CESENATICO. “SERENATA DELLE ZANZARE” ORE 21 CASA MORETTI

Questa sera alle ore 21 una serata di poesia tutta al femminile pensata da Isabella Leardini che incontrerà il pubblico di Casa Moretti insieme a Ivonne Mussoni e Sofia Fiorini. La serata prende lo spunto dall’imminente Festival «Parco Poesia» organizzato dalla stessa Leardini a Rimini da oramai molti anni (quest’anno: 22-23 luglio; La poesia è un drago è il titolo): «Il tema della quattordicesima edizione di Parco Poesia è il simbolico che entra nel reale. Il drago, l’animale che in tutte le culture ha incarnato l’idea del meraviglioso e del terribile, nella sua etimologia significa occhio che vede, ha già dentro l’elemento essenziale della poesia. I giovani che scrivono hanno bisogno di riconciliarsi con la natura simbolica del linguaggio, ne restano immediatamente affascinati, cercano maestri che sappiano svelare questo potere delle parole. […]. Si dice che il drago custodisca la perla della saggezza, e che alcune parti del suo corpo non si vedano mai. Così è anche la poesia, bestia meravigliosa e ancestrale che appare come una visione nel cielo della contemporaneità e custodisce la sua radice sempre sommersa, una verità mai svelata fino in fondo». (Leardini) Parco Poesia è una festa (più che un festival) della poesia che intreccia le diverse generazioni in un continuum di voci, affianca i maestri e le promesse della poesia, l’occasione che guarda oltre l’esistente, e fissa gli occhi sull’invisibile e su ciò che non si vede ancora… Per questo Casa Moretti ha voluto ospitare un pezzetto di Parco Poesia, e ha invitato alcune voci giovanissime, reduci dalla pubblicazione della loro “opera prima”, ma non per questo meno solide nella loro ricerca letteraria. Sotto la regia della più “matura” Leardini, Mussoni presenterà i versi di La corrente delle cose ultime (Giulio Perrone Editore, 2017), e Fiorini la sua prima raccolta La logica del merito (Interno poesia, 2017). Il titolo morettiano S’alzan nel cielo della rosea sera… a loro si lega pensando al volo di poeticissime rondini.