Coronavirus, 275 mila morti nel mondo. Boom contagi in Russia

La pandemia di coronavirus ha provocato oltre 275.000 morti nel mondo, l’85% in Europa e Stati Uniti, secondo un nuovo conteggio dell’Afp aggiornato alle 15.50 di oggi. In particolare si contano 275.018 decessi a fronte di 3.955.000 casi di contagio. Gli Stati Uniti si confermano il paese con più vittime, 77.280. In Europa complessivamente sono 154.313: al primo posto c’è il Regno Unito (31.241), seguito dall’Italia (30.201), la Spagna (26.478) e la Francia (26.230).

In Spagna scendono di nuovo sotto 200 i morti quotidiani, dove il triste bilancio complessivo arriva a quota 26.478. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 179 decessi, rispetto ai 229 delle 24 ore precedenti, a fronte di un totale di 223.578 casi. Le persone guarite finora sono 133.952. Appello del premier Sanchez a chi riapre: ‘Serve cautela’.

Sono 346 i decessi di persone positive al coronavirus nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, stando all’aggiornamento del bilancio fornito dal ministero britannico della Sanità. Il numero dei morti registrati nel Paese fino a ieri alle 17 sale quindi a 31.587. L’agenzia Press association segnala tuttavia che, sulla base di una nuova elaborazione dell’Ons, l’Istat britannico, con un accorpamento di dati, la cifra supera le 36.500 vittime.  Il premier Boris Johnson procederà con “estrema cautela” nel sollevare alcune delle restrizioni ad oggi imposte per contrastare la diffusione del coronavirus nel Regno Unito. Lo ha sottolineato il ministro britannico dei Trasporti Grant Shapps durante il briefing quotidiano a Downing Street, in vista dell’atteso intervento, domani, di Johnson in cui il premier detterà una ‘road map’ verso graduali aperture.

Tornano ai minimi dall’inizio dell’epidemia i decessi in Francia per Covid-19, a 2 giorni dalla riapertura dopo 7 settimane di lockdown. Per la direzione generale della Sanità sono stati 80 nelle ultime 24 ore fra ospedali, case di riposo e istituti per disabili. Il totale è ora di 26.310 vittime. Continuano a calare i pazienti in rianimazione, ormai soltanto 2.812 in tutto il paese, con un ulteriore calo di 56 unità da ieri sera. Dominuiti anche i ricoverati, 110 in meno da ieri, per un totale di 22.614

Il numero di casi quotidiani di contagio in Russia ha superato quota 10.000 per il settimo giorno consecutivo, per un bilancio complessivo che adesso sfiora la soglia dei 200.000. Secondo il l’ultimo bollettino reso noto questa mattina dalle autorità di Mosca nelle ultime 24 ore sono stati registrati nel Paese 10.817 contagi, che portano il totale a quota 198.676. La Russia è al quinto posto nelle classifica mondiale dei contagi dopo Stati Uniti, Spagna, Italia e Regno Unito

Tre bambini di New York sono morti per una rara sindrome infiammatoria ritenuta legata al coronavirus: lo ha riferito il governatore Andrew Cuomo nel suo briefing quotidiano. Ieri Cuomo aveva rivelato la morte di un bambino di cinque anni legata al coronavirus e ad una sindrome che condivide sintomi di shock tossico con quelli della malattia di Kawasaki. E’ stata invece operata a Friburgo, e sta bene, Rebecca, la 14enne di Forno Canavese (Torino) che a causa del coronavirus ha atteso per due mesi il ricovero in Italia.

   


Fonte originale: Leggi ora la fonte