Coronavirus, in Puglia altri 30 positivi e nessun nuovo decesso: è la prima volta dall’inizio dell’emergenza

Primo giorno senza nuovi decessi dopo il picco. Non succedeva dal 20 marzo scorso: dopo quella data i numeri di vittime, nuovi casi e ricoveri hanno cominciato a crescere segnando di fatto l’emergenza in Puglia. I guariti crescono e i nuovi positivi sono limitati.

Secondo i dati sul coronavirus diffusi dalla Regione sono 30 i nuovi casi registrati per il 9 maggio, con 1.919 tamponi (la percentuale è dell’1,56%). Ma per la maggior parte di loro, in particolare per i 20 della provincia di Bari, si tratta di operatori sanitari che rientrano in servizio, o neo assunti, per cui è previsto il tampone come aveva annunciato il responsabile del coordinamento epidemiologico pugliese, Pier Luigi Lopalco.

“Soprattutto – riferiscono dalla task force regionale – sono operatori esaminati prima del loro rientro nelle rsa. Trovandoli siamo riusciti a evitare contatti con gli ospiti delle residenze per anziani”. È la dimostrazione che i positivi degli ultimi giorni hanno un peso specifico diverso  e sono quasi soltanto i risultati di verifiche su potenziali o esistenti catene di contagio: una cosa, insomma, sono i nuovi positivi individuati perché, magari, sintomatici e da cui bisogna partire per ricostruire i contatti degli ultimi giorni; un’altra sono nuovi casi già tenuti sotto controllo e individuati grazie ai tamponi di controllo appositi.

Per la prima volta non si registrano nuovi decessi: il totale, infatti, resta 443. Non si è certo la fine della pandemia, ma è un segnale che dà speranza. Altri 34 guariti fanno salire la somma a 1.114, con gli attualmente positivi (casi totali meno decessi e guariti) che scendono ancora, anche se di poco (nel bollettino odierno sono 2.729). Decremento anche dei ricoverati totali, da 382 a 377. Oltre ai già citati 20 baresi, i nuovi positivi provengono da Foggia (5), Brindisi (4) e Bat (1). Nessun nuovo caso da Lecce e Taranto.
 



Fonte originale: Leggi ora la fonte