Coronavirus Italia, 274 morti e 1.401 casi in più: oltre tremila guariti in un giorno

In Italia altre 274 persone sono morte per conseguenze derivate dal coronavirus con il totale che arriva a 29.958. Ieri il dato era di 220 (e non 369 come indicato in un primo momento in seguito al caos sui numeri della Lombardia). È quanto ha diramato il dipartimento della Protezione civile nel bollettino di oggi giovedì 7 maggio.

Altri tremila guariti registrati in un giorno e quasi duemila persone attualmente positive in meno rispetto a ieri. I nuovi casi sono 1.401, in linea con il dato di ieri seppur con un aumento di tamponi che oggi ha superato la soglia di 70mila test. Più ridotto il calo dei posti occupati in terapia intensiva, 22 in meno, costante quello dei ricoverati con sintomi, 595 in meno.

In attesa di verifiche sui dati della Lombardia, che oggi dichiara 134 morti e 720 casi positivi in più senza registrare cali in terapia intensiva, il Piemonte ritorna vicino ai 200 casi giornalieri. Nove le regioni con meno di dieci casi in più mentre la regione Basilicata, all’esito di nuove verifiche, ha ridotto di 16 unità il numero dei casi totali.

Zero morti in Molise, Calabria, Valle d’Aosta, Sardegna, Umbria, Bolzano. Un morto in Basilicata.

IL BOLLETTINO DI OGGI

casi Covid-19 in Italia dall’inizio dell’emergenza sono ora 215.858 (1.401 in più rispetto a ieri), di cui 29.684 morti e 96.276 guariti, 3.031 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 89.624 persone, ieri era di 91.528, un diminuzione di 1904 unità.

I tamponi effettuati fino ad oggi sono 2.381.288, 70.359 nell’ultimo giorno. Il numero di persone realmente sottoposte al test sono 1.563.557, 13.665 nelle ultime 24 ore. Ricordiamo che ogni persona può essere sottoposta a più di un tampone.

Sono 1.311 i malati in terapia intensiva, 22 in meno rispetto a ieri. Di questi, 480 sono in Lombardia (dato invariato). I ricoverati con sintomi sono 15.174, 595 in meno rispetto a ieri, e 73.139 (-1287) sono quelli in isolamento domiciliare.

Nel dettaglio – secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile -, i dati attualmente positivi sono 32.015 in Lombardia (+262), 14.469 in Piemonte (-389), 8.011 in Emilia-Romagna (-380), 6.534 in Veneto (-255), 4.716 in Toscana (-372), 3.248 in Liguria (-58), 4.348 nel Lazio (-85), 3.247 nelle Marche (+11), 2.139 in Campania (-201), 910 nella Provincia autonoma di Trento (-72), 2.800 in Puglia (-103), 2.127 in Sicilia (-74), 927 in Friuli Venezia Giulia (-35), 1.770 in Abruzzo (-21), 551 nella Provincia autonoma di Bolzano (-28), 141 in Umbria (-30), 583 in Sardegna (-40), 130 in Valle d’Aosta (+3), 633 in Calabria (-11), 155 in Basilicata (-17), 170 in Molise (-9).

Quanto alle vittime, sono in Lombardia 14.745 (+134), Piemonte 3.282 (+35), Emilia Romagna 3.766 (+29), Veneto 1.589 (+21), Toscana 915 (+16), Liguria 1.254 (+11), Lazio 543 (+5), Marche 948 (+5), Campania 379 (+3), Provincia autonoma di Trento 438 (+1), Puglia 441 (+3), Sicilia 251 (+1), Friuli Venezia Giulia 308 (+2), Abruzzo 348 (+7), Provincia autonoma di Bolzano 286 (+0), Umbria 70 (+0), Sardegna 119 (+0), Valle d’Aosta 139 (+0), Calabria 89 (+0), Basilicata 26 (+1), Molise 22 (+0). I tamponi effettuati sono 2.381.288, con un incremento di 70.359 rispetto a ieri. Le persone sottoposte a tampone sono 1.563.557. Leggo

Lascia un commento