Coronavirus nel mondo, negli Stati Uniti 2.448 morti in 24 ore: superati i 75 mila decessi

Il bilancio dei morti per il coronavirus negli Stati Uniti ha superato quota 75 mila. Emerge dall’ultima rilevazione di Johns Hopkins University.  Il totale dei contagi nel Paese è salito a 1.252.911 mentre i decessi sono ora più 75.500. Gli Usa detengono il triste record dei decessi nel mondo, seguiti dal Regno Unito (30.000), dall’Italia (29.958) e dalla Spagna (26.000). Solo nelle ultime 24 ore le vittime conteggiate negli States sono state 2.448. In tutto il mondo la mandemia ha causato circa 267 mila decessi, mentre i contagiati sono 3,8 milioni sparsi in 195 Paesi.

Usa-Cina, avanti con l’accordo commerciale nonostante il Covid-19

Cina e Stati Uniti si impegnano ad attuare la ‘fase 1’ dell’accordo sul commercio siglato a gennaio, malgrado la pandemia del Covid-19. Lo rende noto l’agenzia Xinhua, riferendo il risultato del colloquio telefonico avuto questa mattina dal vicepremier cinese Liu He e le sue controparti Usa, il rappresentante per il Commercio americano Robert Lighthizer e il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin.

Kim Jong-un ringrazia la Cina: “State battendo il virus”

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha inviato un “messaggio verbale” al presidente cinese Xi Jinping e “si è congratulato con lui, apprezzando molto che stia cogliendo una chance di vittoria nella guerra all’epidemia senza precedenti”. Kim, ha riferito la Kcna, “ha augurato a Xi una buona salute, esprimendo la convinzione che il Partito comunista e il popolo cinesi avrebbero cementato i successi conseguiti finora e li avrebbero costantemente ampliati, conquistando così una vittoria finale sotto la saggia guida di Xi Jinping”. Il dispaccio, che non ha precisato quando e come il messaggio sia stato consegnato al leader cinese, ha dato conto del secondo messaggio inviato a Xi nel 2020, dopo quello di fine gennaio con il quale Kim rimarcò sostegno e aiuti non meglio specificati nella lotta di Pechino contro il virus che si stava rapidamente diffondendo nel Paese. I due paesi hanno rafforzato ulteriormente le loro relazioni dopo il viaggio di Xi a Pyongyang da Kim dello scorso giugno, il primo di un capo di Stato cinese in Corea del Nord in 14 anni.

Altri 610 decessi per coronavirus in Brasile

Sono 610 i morti per Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Brasile. Lo rivela il ministero della Salute, precisando che il totale delle vittime è di 9.146. I nuovi contagi sono 9.888, per un totale di 135.106

Anche l’Argentina al lavoro sui test sierologici low cost

Ricercatori argentini hanno annunciato di avere sviluppato il primo test sierologico argentino capace di determinare se una persona dispone di anticorpi per il nuovo coronavirus. Lo riferisce l’agenzia di stampa statale Telam. Si tratta di un sistema, messo a punto da professionisti del Conicet (il Cnr argentino) e della Fondazione Leloir, che servirà per il monitoraggio della risposta immunologica dei pazienti infettati dal Covid-19 e, sottolinea l’agenzia, ridurrà molto i costi rispetto al test simile importato dalla Cina. Un’altra utilizzazione della scoperta potrà essere quella di determinare le condizioni di salute di medici ed infermieri che operano costantemente esposti al virus. Il test sierologico, denominato Codivar Irg, è stato sviluppato da una équipe guidata dalla virologa Andrea Gamarnik, con l’appoggio dell’Unità Coronavirus del ministero della Scienza e tecnologia argentino. “In sostanza – ha spiegato Gamarnik – il test permette di sapere che quantità di anticorpi contro il Covid-19 ha una determinata persona, in modo da poter applicare il dato con maggiore certezza tanto nel plasma sanguigno quanto nei sieri”.

In Perù anche il ministro dell’Agricoltura positivo al Covid

 Il ministro dell’Agricoltura peruviano Jorge Montenegro è risultato positivo al Covid-19 ed ha cominciato una fase di isolamento domiciliare a Lima. Un comunicato ministeriale indica che Montenegro ha ottenuto il risultato del tampone mercoledì e, “dopo averne conosciuto l’esito, già si è posto in isolamento sociale seguendo le raccomandazioni dei medici per una pronta guarigione”. Fino a due giorni fa Montenegro operava controllando le misure di sicurezza e di igiene nei mercati della capitale per evitare la propagazione della pandemia da coronavirus. Secondo l’ultimo rapporto delle autorità sanitarie in Perù i contagiati confermati sono 58.526, di cui 1.627 morti.

Messico, il giorno più nero: in un giorno quasi 2 mila nuovi positivi e 257 decessi

Il ministero della Salute messicano ha contato 1.982 nuovi casi di coronavirus nel Paese e altri 257 decessi dovuti all’infezione, il numero più elevato mai registrato finora. In questo modo il Messico raggiunge i 29.616 casi e i 2.961 morti, anche se il ministero continua a precisare che il numero di persone colpite è significativamente più alto rispetto ai casi confermati.

Rientrano cento italiani dall’Argentina

Un volo speciale della compagnia Aerolineas Argentinas è partito ieri sera dall’aeroporto internazionale di Ezeiza, a Buenos Aires, diretto a Roma, con a bordo un centinaio di italiani da tempo bloccati in Argentina dalla pandemia di coronavirus, oltre ad un piccolo numero di argentini e spagnoli residenti in Italia. L’operazione, la sesta da Buenos Aires dal 16 marzo, è stata organizzata come le altre da ambasciata e consolati italiani in Argentina, nell’ambito di un piano coordinato dall’Unità di crisi della Farnesina che finora ha permesso il rimpatrio in Italia di oltre 1.160 persone.



Fonte originale: Leggi ora la fonte