Coronavirus: Parigi riapre la Tour Eiffel

(ANSA) – PARIGI, 25 GIU – Dopo tre mesi, la “signora di
ferro”, come la chiamano i parigini, ha riaperto questa mattina,
con una cinquantina di visitatori in attesa pronti a salire le
scale nonostante il caldo. Gli ascensori, infatti, saranno
ancora fermi in questa prima fase di riapertura, per evitare
distanze troppo ravvicinate.
    Dopo il riposo forzato per la pandemia, c’è un’aria di festa
e per qualcuno dei dipendenti anche di commozione per
l’attesissimo giorno della ripresa, festeggiato anche da
coloratissimi e rumorosi turisti brasiliani che si sono messi in
fila sotto il sole.
    La direzione si aspettava una folla più numerosa, ma le
restrizioni ai voli extraeuropei al momento impediscono i numeri
dei giorni migliori. Per oggi, le prenotazioni sono soltanto
700, cifra irrisoria per un monumento visitato da 7 milioni di
persone ogni anno.
    Monumento fra i più visitati al mondo, la Tour Eiffel aveva
chiuso il 13 marzo, ancora prima del lockdown francese, iniziato
5 giorni dopo. Simbolo di Parigi, aveva continuato ad
illuminarsi la sera, scintillando come al solito per i primi 5
minuti di ogni ora. Spesso, in questi mesi, vi sono stati issati
striscioni di incoraggiamento alla popolazione e di gratitudine
per il personale sanitario.
    La Tour Eiffel, per queste prime settimane, sarà aperta
soltanto fino al 2/o piano, con obbligo di indossare la
mascherina a partire dagli 11 anni di età. Il numero dei
visitatori sarà limitato all’ingresso, si sale da una scala e si
scende dall’altra. La sommità della Tour resta chiusa per
evitare che troppe persone si accalchino negli ascensori che
portano in alto e che sono più piccoli degli altri. L’intero
monumento sara’ riaperto entro la fine dell’estate.
    Per attirare nuovi visitatori, al primo piano del monumento è
stata attrezzata una grande terrazza con servizio bar che
propone hamburger e gelati. Dal 9 luglio, il giovedì e venerdì
saranno organizzate serate musicali con la partecipazione di dj.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte