Coronavirus, Regno Unito: Elisabetta non apparirà in pubblico per mesi

LONDRA – Ha commosso la nazione con il discorso del giorno della vittoria, invitando il suo popolo a non arrendersi. E di discorsi televisivi sulla pandemia ne aveva già fatto un altro nelle settimane precedenti. Ma la Regina Elisabetta è ormai chiusa al castello di Windsor da un mese e mezzo e continuerà a non apparire in pubblico: perlomeno fino all’autunno, dicono fonti di palazzo reale.

Sarà la più lunga “assenza” della sovrana nei suoi 68 anni di regno, scrive il Sunday Times, rivelando per esempio che una visita di stato del presidente sudafricano prevista per l’autunno è tra i numerosi appuntamenti sospesi o rinviati: i suoi sudditi non erano mai stati per così tanto tempo senza vederla in qualche cerimonia o incontro. Tutti ne comprendono il motivo e concordano sull’esigenza di proteggerla: Elisabetta II ha compiuto il mese scorso 94 anni e, insieme al 98enne marito Filippo, appartiene sicuramente alla categoria più a rischio per ragioni anagrafiche davanti alla minaccia del Covid 19.

Tuttavia gli inglesi non sono abituati a vivere senza la sua rassicurante presenza e anche questo è un motivo di turbamento o perlomeno la conferma dell’anormalità ella situazione. La più seccata da questa assenza obbligata, osservano i biografi della famiglia reale, probabilmente è lei stessa, che ha sempre sottolineato di sentire il dovere di “servire” il proprio popolo: cosa che può fare soltanto simbolicamente, da lontano, mentre è in ritiro alle porte di Londra, nel castello dove passa di solito soltanto il weekend (sebbene sia il suo preferito, anche perché ci sono le stalle dei suoi amati cavalli), insieme al consorte e a mezza dozzina di stretti consiglieri e servitori, in modo da ridurre ulteriormente i contatti con l’esterno e il pericolo di contagio.

Anche in questo, come nei tempestosi divorzi dei figli o nei contrasti fra nipoti, nell’inevitabile pecora nera in famiglia (il suo terzogenito Andrea, coinvolto nello scandalo del pedofilo americano Jeffrey Epstein) o nei rapporti difficili con parenti acquisiti (vedi il capitolo di Meghan e della sua “fuga” in America con Harry), la regina interpreta sentimenti simili a quelli provati da milioni di suoi compatrioti. Molti hanno dei nonni anziani che non possono più vedere a causa del coronavirus. Vale per l’inglese medio come per la royal family.



Fonte originale: Leggi ora la fonte