Da Ron Howard a Gli Indifferenti il weekend con il cinema

(di Giorgio Gosetti) (ANSA) – ROMA, 26 NOV – Tra ipotetiche attese di riaperture
(per Natale poco probabili) e proposte di trasformazioni
temporanee in spazi adatti alla vaccinazione, i cinema e i
distributori sono costretti a inventare strategie diverse per
sopravvivere al lungo inverno della pandemia. Per fortuna la
voglia di buon cinema non viene meno e ritrovano così smalto le
piattaforme: da Mymovies.it che propone in streaming rassegne di
pregio come i film del Torino Film Festival e il programma 2020
di “Fuorinorma” dedicato al cinema italiano più indipendente, le
novità di MioCinema.it, quelle di #iorestoinsala, rete
alternativa creata dagli esercenti di qualità. Ecco quindi
alcune proposte, tra cui le uscite più attese in home video.
    – ELEGIA AMERICANA di Ron Howard con Amy Adams, Glenn Close,
Haley Bennett, Freida Pinto, Sunny Mabrey, Bo Hopkins. Su
Netflix. Tratto dall’autobiografia di J.D. Vance, diventata un
best-seller oltre oceano, il nujovo film del regista del “Codice
Da Vinci” è un grande affresco della provincia americana rivista
con gli occhi di un ragazzo che – diventato adulto – ritorna nel
nativo Ohio sulle tracce della sua infanzia vissuta con nonna
Mamaw, dopo che la madre, tossicodipendente, lo ha lasciato
crescere praticamente da solo. A guidare un magnifico cast c’è
Glenn Close, mimetica nella sua trasformazione dell’anziana e
burbera vedova che insegnerà a vivere al timido protagonista.
    – GLI INDIFFERENTI di Leonardo Guerra Seràgnoli con Valeria
Bruni Tedeschi, Giovanna Mezzogiorno, Edoardo Pesce, Beatrice
Grannò. Su diverse piattaforme. La nuova rilettura del romanzo
che diede il successo ad Alberto Moravia, aggiorna la vicenda
nella Roma di oggi ma non si discosta dal testo nel seguire le
vicende della famiglia Ardengo. La madre vive nell’unica
proprietà rimasta, un attico nel cuore della città, insieme ai
figli Michele e Carla. I due ragazzi non si rassegnano alla
condizione di povertà in cui sono ridotti e Michele capisce
tardi che l’amante della madre, Leo, presta loro dei soldi per
impadronirsi della casa. Quando poi la diciottenne Carla viene
ricattata sessualmente da Leo, spetterà a lei decidere le sorti
di tutti, accettando o rifiutando la viscida proposta dell’uomo.
    – ASSANDIRA di Salvatore Mereu con Gavino Ledda, Anna König,
Marco Zucca, Corrado Giannetti, Samuele Mei. Su MioCinema.
    Basterebbe l’interpretazione di Gavino Ledda (il pastore
scrittore di “Padre Padrone”) per far amare questo racconto,
aspro e rabbioso come la Sardegna dipinta dal regista. Il
settantenne pastore Saru veglia i cadaveri del figlio Michele e
delle bestie che abitavano la sua proprietà dopo che uno
spaventoso incendio ha distrutto tutto. Il magistrato che indaga
sul roigo costringe Saru a ripercorrere la storia di quel luogo,
fino a svelare il dramma che ho portato un ragazzo alla morte e
suo padre alla disperazione. Presentato alla Mostra di Venezia.
    – SONO INNAMORATO DI PIPPA BACCA di Simone Manetti con Elena
Manzoni, Antonietta Pasqualino di Marineo, Maria Pasqualino di
Marineo, Rosalia Pasqualino di Marineo, Valeria Pasqualino di
Marineo. L’8 marzo del 2008, partendo da Milano l’artista e
performer Pippa Bacca (vero nome Giuseppina Pasqualino di
Marineo) dà vita alla sua ultima sfida, “Brides on Tour”, ovvero
l’attraversamento di 11 paesi in autostop, vestita da sposa, in
compagnia dell’amica Silvia Moro. Il tutto ha valore simbolico
ed espressivo per esaltare il valore e la libertà della donna.
    Sulla via di Istanbul però, Pippa accetta il passaggio di uno
sconosciuto che la ucciderà dopo averla violentata. Il film è
oggi un omaggio a tutte le donne nella giornata dedicata alle
vittime del femminicidio e della violenza privata.
    – LETIZIA BATTAGLIA: SHOOTING THE MAFIA di Kim Longinotto. Su
#iorestoinsala. Firmato da una delle migliori documentariste
inglesi della nuova generazione, spesso narrato in prima persona
dalla protagonista, è il ritratto di una donna coraggiosa e
anticonformista, di una vera artista della fotografia che ha
fatto della sua arte una testimonianza di passione civile,
pedinando e incalzando la Mafia per costringerla a uscire
dall’omertà e mostrare il suo volto di crimine, corruzione,
connivenze sullo sfondo di una Palermo che, anche grazie alla
Battaglia, non si vuole arrendere.
    – IL PADRINO CODA di Francis Coppola con Al Pacino, Andy
Garcia, Talia Shire, Diane Keaton, Sofia Coppola, Raf Vallone,
Eli Wallach, Joe Mantegna, George Hamilton. In vendita in home
video. Anche questa è una storia siciliana perché è in Italia
che si conclude il melodramma della famiglia Corleone e qui
trova la morte Michael, ormai anziano e malato, desideroso di
rifare una verginità alla famiglia ma, ancora una volta attratto
nel gorgo dell’Onorata Società come suo figlio Vincent. La
versione che arriva adesso in blueray è quella pazientemente
restaurata, modificata nel montaggio (inizio e fine sono
inediti, alcuni passaggi sono stati alleggeriti e rimontati
appositamente) dallo stesso Coppola. Il film, all’epoca
dell’uscita accolto in modo controverso, ritrova vigore e
coerenza, soprattutto nell’avvicinarsi allo spirito originale
della saga scritta da Mario Puzo.
    – CINQUE GIORNI UN’ESTATE di Fred Zinnemann con Lambert Wilson,
Sean Connery, Betsy Brantley. In vendita in home video. Ritorna
visibile in una splendida edizione rieditata in DVD l’ultimo
titolo nella filmografia del regista di “Mezzogiorno di fuoco”.
    Nato in Germania, emigrato a Hollywood, oggi venerato dalla
critica, Zinnemann si congeda con un “Bergfilm” (Film di
montagna) nella più pura tradizione della cultura tedesca e
trova in Sean Connery un carismatico protagonista. E’ lui il
cinquantenne Douglas che porta in gita tra le Alpi svizzere la
nipote Kate, divisa dall’attrazione per lo zio e il sogno
d’amore per la più giovane guida Johann. Li perderà entrambi e
resterà tra quelle vette, silente custode di una tragedia di
molti anni prima. Un capolavoro. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte