Decollo a Malpensa, l’ordine pubblico al San Paolo, le scelte di Gattuso e Conte: è il giorno di Napoli-Inter

La ripresa del calcio italiano dopo il lungo stop prosegue oggi con l’altra semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Napoli e Inter: viviamo la giornata minuto per minuto

13 giugno – 9:15
– Milano

Il calcio italiano è ripartito: dopo Juventus-Milan è la giornata di Napoli-Inter, semifinale di ritorno di Coppa Italia che deciderà il nome dell’avversaria dei bianconeri in finale. Ecco il racconto della giornata ora per ora.

ore 13.20 – L’Inter e la legge dei grandi numeri

—  

L’Inter deve rimontare lo 0-1 dell’andata a San Siro: l’ultima volta in cui la squadra nerazzurra ha perso due match di fila in Coppa Italia è stata nel 2013, proprio una semifinale andata/ritorno, contro la Roma in quel caso. L’Inter arriva al San Paolo forte di numeri che la eleggono squadra col miglior rendimento esterno nella Serie A 2019/2020: 29 punti ottenuti in trasferta.

ore 13.00 – La difesa il segreto di coppa del Napoli

—  

Il Napoli ha vinto tutte le ultime tre partite di Coppa Italia tenendo la porta inviolata: i partenopei non arrivano a quattro successi consecutivi nella competizione dal 2005, anche in quel caso senza mai subire gol.

ore 12.40 – Ottava volta al San Paolo: precedenti in equilibrio

—  

Sarà l’ottava sfida al San Paolo tra Napoli e Inter in Coppa Italia. Questo il bilancio del precedenti 7 incontri: 2 successi Napoli, 3 pareggi, 2 vittorie Inter. L’ultimo precedente risale al gennaio 2016: Napoli-Inter 0-2. L’unica altra occasione in cui Napoli e Inter si sono affrontate in una sfida andata/ritorno in Coppa Italia risale alle semifinali del 1997: si qualificò il Napoli ai rigori dopo il doppio 1-1 a San Siro e al San Paolo.

ore 12.20 – Napoli-Inter si vedrà in tutto il mondo: i paesi collegati

—  

La semifinale di ritorno di Coppa Italia sarà seguita in tutti e 5 i Continenti. Le maggiori emittenti internazionali trasmetteranno il match per una copertura televisiva di oltre 200 Nazioni. Saranno collegati i maggiori Paesi europei ma anche i principali Stati oltreoceano quali Argentina, Brasile, Uruguay, Cile, l’intera America Latina oltre a Stati Uniti, Canada, Cina, Giappone, Giamaica, Australia e Nuova Zelanda. Collegati anche Afghanistan, Bangladesh, Burkina Faso, Burundi, Camerun, Kenia, Guinea, Isole Vergini, Sierra Leone, Senegal, Tanzania, Vietnam, Zimbabwe e tutto il panorama mondiale.

ore 12.00 – Dirige Rocchi: la squadra arbitrale di stasera

—  

Sarà Gianluca Rocchi a dirigere Napoli-Inter, fischio di inizio alle 21 al San Paolo. Assistenti Del Giovane e Cecconi, quarto uomo Mariani, al Var Valeri e Giallatini. I precedenti stagionali: il Napoli è stato diretto da Rocchi nella sconfitta contro la Roma per 2-1, l’Inter nella sconfitta contro la Juventus per 1-2 e nel pareggio 1-1 contro l’Atalanta a San Siro.

ore 11.40 – L’ordine pubblico al San Paolo

—  

Per la prima volta dal 2006/07 il San Paolo resterà vuoto per una partita del Napoli. Le forze dell’ordine presidieranno la zona di Fuorigrotta per evitare assembramenti all’esterno dell’impianto. La polizia municipale sorveglierà anche le vie d’accesso allo stadio, anche (ma non solo) nell’ottica di eventuali caroselli di auto festanti in caso di accesso alla finale del Napoli.

ore 11.20 – Oltre a D’Ambrosio, Godin e Vecino, out anche Agoume

—  

Sono quattro i giocatori interisti che non si sono uniti alla squadra appena partita dall’aeroporto di Malpensa per Napoli. Annunciate le assenze degli indisponibili Diego Godin, Danilo D’Ambrosio e Matias Vecino. È rimasto a Milano anche Lucien Agoume.

ore 11.00 – Napoli, avvicinamento con disgelo: pagato marzo

—  

Aurelio De Laurentiis pagherà al Napoli gli stipendi di marzo. Il presidente ha cenato con la squadra alla vigilia della Coppa Italia, con l’obiettivo di riportare un po’ di serenità nell’ambiente.
LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO

ore 10.30 – Le quote: Inter favorita per la vittoria, a 2.50

—  

Nonostante la sconfitta a San Siro nella gara di andata, i betting analyst di 888.it vedono l’Inter favorita per la vittoria come dimostra la quota di 2,50 per il successo dei nerazzurri rispetto al 2,70 dei padroni di casa. Il pareggio, che porterebbe il Napoli in finale, invece è dato a 3,65. Al contrario la bilancia pende dalla parte di Mertens e compagni per il passaggio del turno: la decima finale della storia per gli azzurri è in lavagna a 1,48 contro il 2,60 dei ragazzi di Conte. Si attende una semifinale molto combattuta, secondo gli analisti di 888.it, visto che l’1-0 per il Napoli è dato a 9,50 mentre lo 0-2 per l’Inter pagherebbe 13 volte la posta. Tra i protagonisti si attende una sfida tutta belga per chi riuscirà a sbloccare la gara: Lukaku, a 5,50, è il più accreditato ma il connazionale Mertens, in quota a 6,00, lo tallona da vicino.

ore 10.00 – Così è stato sanificato il San Paolo

—  

Spogliatoi, panchine, tribuna stampa, zona interviste e non solo: in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia lo stadio San Paolo è stato sanificato nella giornata di ieri. Ecco le immagini.

ore 9.30 – Gattuso-Conte gemelli diversi: la sfida in panchina

—  

Due allenatori in cambiamento: quello tra Gennaro Gattuso e Antonio Conte in panchina è uno dei confronti più interessanti di Napoli-Inter di stasera. Sulla scacchiera, quello tra Demme e Eriksen è il duello cruciale: Gattuso ha svoltato con l’italo-tedesco, possesso palla senza perdere intensità; Conte dà credito al geniale trequartista danese ma ha equilibri tattici da preservare. L’analisi di Sebastiano Vernazza sulla Gazzetta dello Sport di oggi (G+).
LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO

ore 9.00 – Eriksen titolare, Sensi e Godin verso la panchina

—  

Le probabili scelte di formazione di mister Antonio Conte per il 3-4-2-1 dell’Inter in vista della partita di ritorno.

ore 8.45 – Demme in mezzo, tridente Insigne-Mertens-Politano

—  

Le probabili scelte di formazione di mister Rino Gattuso per il 4-3-3- del Napoli in vista della partita di ritorno.

ore 8.30 – Conte riparte da Eriksen e la LuLa: fantasia e gol per la rimonta

—  

Dopo tre mesi l’Inter riparte dalle certezze, quindi dalla coppia d’attacco Lautaro-Lukaku. Mentre la novità della semifinale di ritorno sarà Eriksen, in una posizione ibrida: un po’ centrocampista e un po’ rifinitore. Il punto Inter alla vigilia della trasferta a Napoli nelle parole di Valerio Clari.

ore 8.15 – La sfida: Lorenzo il vincente contro il Toro che piace al Barça

—  

La Coppa Italia porta bene a Lorenzo Insigne: il capitano del Napoli ha alzato due volte il trofeo nel 2012 e nel 2014. La sfida del genio contrappone l’attaccante del Napoli a Lautaro Martinez, che dopo mesi di voci su un futuro al Barcellona insieme a Messi dovrà rispondere alla chiamata dell’Inter: il patto con Conte è dimenticare il mercato. Ne parlano Mimmo Malfitano e Davide Stoppini sulla Gazzetta dello Sport di oggi.
LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO

ore 8.00 – Agli azzurri basta un pareggio

—  

Il Napoli ha vinto 1-0 nell’andata di San Siro del 12 febbraio con un gol di Fabian Ruiz: agli azzurri basta un pari per entrare in finale. L’Inter deve vincere con un punteggio superiore a 1-0 (2-0, 2-1, etc…). In caso di 1-0 per l’Inter si andrà direttamente ai rigori: a partire da Juventus-Milan di ieri infatti in via straordinaria per la conclusione di questa stagione non ci saranno tempi supplementari in caso di parità ma si andrà subito ai calci dal dischetto.



Fonte originale: Leggi ora la fonte