Di Maio flop a Pomigliano. Renziani con Forza Italia

Salta il laboratorio nella città del ministro

È già morto il laboratorio Pomigliano d’Arco: l’accordo in vista delle comunali nella città del ministro degli Esteri Luigi di Maio tra le forze che sul piano nazionale compongono la maggioranza giallorossa è un flop. I renziani salutano Pd e M5S e abbracciano Forza Italia. Un altro prezzo della sinistra renziana si smarca e correrà con un proprio candidato: Vincenzo Romano. Il terzo strappo arriva da Più Europa che boccia l’asse Pd-Cinque stelle. Insomma, nulla di nuovo sotto il sole della maggioranza che sostiene il premier Conte. Eppure, Di Maio aveva scelto la sua città, Pomigliano d’Arco, per dare vita al nuovo corso filo Pd. Ingoiando il passo indietro del suo braccio destro Dario De Falco. Ma l’euforia è durata poco. Pd e Cinque stelle festeggiano l’accordo sul nome di Gianluca Del Mastro, professore universitario, esperto di papirologia, vicino a Di Maio. Ma Italia Viva rompe: «A Pomigliano Italia Viva sosterrà Elvira Romano con altre liste civiche, sfidando il candidato Pd-M5S Del Mastro. Da parte nostra è una sfida prima di tutto amministrativa, visto che Elvira Romano rappresenta un’amministrazione che ha lavorato bene, ma è diventata anche una sfida politica considerato che Pd e M5s hanno scelto questo comune, come laboratorio per i loro esperimenti di convivenza stabile. Noi naturalmente non possiamo che essere alternativi a questo scenario» annuncia Ettore Rosato, coordinatore nazionale del partito. I renziani saranno al fianco di Elvira Romano, vicesindaco uscente di Forza Italia. Passano poche ore e anche Più Europa si smarca: «A Pomigliano d’Arco si gioca una doppia partita: quella dell’amministrazione di una importante città della Campania e centro industriale di primo piano del Mezzogiorno, ma anche la sfida liberal-democratica e riformatrice al pasticcio di potere Pd-M5S» attacca in una nota di Piercamillo Falasca, vicesegretario nazionale di Più Europa. Il partito di Emma Bonino appoggerà l’avvocato Vincenzo Romano, ex Pd e candidato sindaco di Pomigliano. Non c’è nulla da stare allegri nella città dell’ex capo dei Cinque stelle: la nuova era Pd-Cinque stelle sembra una riproposizione del vecchio e litigioso Ulivo di Romano Prodi.


Fonte originale: Leggi ora la fonte