Dua Lipa megashow, star dance pop live in streaming

“Tu vuoi una canzone senza tempo, io voglio cambiare il gioco”. Il primo verso di Future Nostalgia, il brano che ha dato il titolo al secondo album della popstar britannica d’origine kosovara, Dua Lipa, classe 1995, uscito a marzo (disco multiplatino che le ha appena portato sei nomination ai Grammy) dà anche il tono all’ampia visione di Studio 2054 il live event multimediale in streaming di cui la giovane star è stata protagonista il 27 novembre su Live Now. Oltre un’ora e 10 di esperienza musicale (più filmati delle prove, backstage e aftershow con la dj The Blessed Madonna, disponibili a seconda del ticket acquistato) diretta da Liz Clare tra concerto, coreografie e inserti video con ospiti come Kylie Minogue (idolo della cantante), Elton John (presente in video per un’esibizione in Rocketman, piano e voce), FKA Twigs, Miley Cyrus, Angele, Bad Bunny, J Balvin e Tainy, le dj The blessed Madonna e Buck Betty. “Ritrovarsi in uno spazio molto sicuro tutti insieme con i ballerini e la band è la cosa più vicina a una performance dal vivo che si possa avere in questo momento – spiega Dua Lipa durante le prove -. Se riusciremo a creare qualcosa di straordinario e divertente che sia eccitante da vedere per chi è a casa, avremo fatto bene il nostro lavoro”. Teatro principale dell’evento un gigantesco capannone industriale, trasformato in discoteca (come evoca il titolo), con aree e suggestioni scenografiche di quattro decadi, dagli anni ’70 ad oggi, tra ballerini anche sui pattini (come in ‘Cool’), enormi hula hoop, oggetti e costumi fluo, pole dance e i cambi di look di Dua Lipa, da un abito bianco sgambato di paillettes a una catsuit nera velata. Tanti anche gli omaggi ai protagonisti dell’universo dance/pop, dalla disco di Donna Summer a Beyonce (ampiamente evocata nelle coreografie di New Rules). Un viaggio attraverso una quindicina di canzoni negli album della cantante, il primo Dua Lipa (2017), Future nostalgia, la più recente versione remix Club Future Nostalgia, e nelle sue collaborazioni con altri artisti. Si parte dalla title track del nuovo disco, Future nostalgia, con la cantante immersa insieme ai suoi ballerini in un’atmosfera tv, anni ’70/80 in stile Top of the pops, passando fra le altre per Levitating, Pretty Please, Break my heart, aperta dal campionamento delle note rese in elettrop di Need you tonight degli Inxs. La prima ospite live è FKA Twigs, che dimostrando anche il suo talento nella pole dance, ha presentato per la prima volta il nuovo accattivante brano (il titolo ancora non si conosce) realizzato con la collega. Le atmosfere da Flashdance per Physical lasciano il passo al remix di Boys will be boys, con echi, fra gli altri, di Jamiroquai. Un camerino rosso arredato in stile romantico, tra broccati, piume, e una tv vintage, ospita le esibizioni in alcuni dei più importanti ‘feat’ della cantante, a partire da una nuova versione in video ad hoc insieme a Miley Cyrus per Prisoner; One day con J. Balvin, Bad Bunny e Tainy e ‘Fever’ con la popstar belga Angele. Grande energia anche dal doppio duetto con una carismatica Kylie Minogue: prima in una canzone della popstar australiana, Real Groove e poi per la prima parte di Electricity, il brano realizzato da Dua lipa con Mark Ronson e Diplo. Nell’ultima parte, lo spazio onirico per l’esibizione in video di Elton John precede Hallucinate e un gran finale con una liberatoria Don’t start now. Una prova quella di Studio 2054 che dimostra quanto la popstar (apparsa alla fine rilassata e sorridente, nell’aftershow) stia crescendo anche nella dimensione live.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte