“Ecco i sindaci che Forza Italia vuole schierare”

Il cavaliere si muove in vista delle Amministrative : il nodo degli aiuti UE

Ho sempre pensato che fare il sindaco sia il compito allo stesso tempo più difficile e più entusiasmante. Il sindaco e il Comune sono l’istituzione alla quale il cittadino si sente più vicino. Un sondaggio ha rivelato che sono molti di più gli italiani che conoscono il nome del loro sindaco di quelli che sanno chi è il presidente del Consiglio. Nessuno meglio dei sindaci sa che non gli slogan, non le ideologie, ma il buon lavoro quotidiano è l’unico modo per dare ai cittadini le risposte che chiedono alla politica.

Forza Italia vuole tornare ad essere il partito-guida del centrodestra, in termini di numeri e di idee. Siamo un partito di opposizione che sa essere coerente, che non cerca compromessi con il governo o con forze politiche che sono incompatibili con noi, ma che allo stesso tempo ha la cultura, la concretezza e il senso di responsabilità, il buon senso necessari per governare. Una forza politica come la nostra, quindi, in momenti di emergenza come la pandemia, non poteva che stringersi intorno alle istituzioni, come stiamo facendo, naturalmente senza venir meno alla nostra chiara e inequivoca collocazione all’opposizione, ma rinunciando alle polemiche per contribuire a lavorare per il Paese.

Oggi è solo grazie all’Europa che disponiamo di un vaccino contro il Covid che sarà possibile mettere a disposizione nei prossimi mesi gratis per tutti gli Italiani e che costituisce l’unica risposta possibile a questa devastante pandemia.

Senza l’Europa, l’Italia avrebbe dovuto cercare da sola il vaccino presso aziende straniere, in competizione con compratori più grandi e più forti di noi, in grado di spuntare rispetto a noi priorità nelle forniture e prezzi migliori.

Ma è anche grazie all’Europa, che questa volta si è mossa in modo solidale, che abbiamo strumenti essenziali, dal Recovery Fund a Sure, dal piano d’acquisto dei titoli di Stato della Banca Centrale Europea ai fondi del Mes e della Bei. Ora è necessario non sprecare queste opportunità.

Non dobbiamo sprecare la straordinaria opportunità legata al Recovery Fund. Dico da mesi che è necessario un lavoro comune delle migliori energie del Paese, non solo governo e opposizione, ma imprese, cultura, università, scienza, per un grande piano che pensi all’Italia che vogliamo nei prossimi 10 o 20 anni.

È assolutamente necessario che fra i soggetti coinvolti ci siate voi sindaci: chiederemo al governo di garantire un vostro pieno coinvolgimento, insieme alle Regioni.

In vista delle Amministrative stiamo scegliendo in ogni città con i nostri alleati del centrodestra e con l’apporto delle realtà civiche le soluzioni migliori per vincere e soprattutto per ben governare nei prossimi cinque anni. Non lo faremo in base ad una pregiudiziale di appartenenza di partito, ma voglio rivendicare con orgoglio il fatto che Forza Italia è in grado di mettere in campo in ogni città italiana molte figure che corrispondono a questo profilo.


Fonte originale: Leggi ora la fonte