“Ehi, mi metti la prua addosso?”. Tensione in mare tra Gdf e Ong

Come detto proprio oggi la Open Arms (che si trova tra l’Italia e la Libia) ha segnalato la presenza di un barcone in avaria con a bordo circa 55 migranti. Tra questi anche 4 bambini e 3 donne incinte. Dopo aver rilevato la posizione del barcone, l’equipaggio della nave ha raggiunto i migranti offrendo loro assistenza. Dopo l’ingresso nella Sar di competenza italiana, la Opena Arms ha avvisato anche le autorità del nostro Paese. La risposta è arrivata da Guardia di Finanza e Guardia Costiera. Due motovedette si sono recate immediatamente sul posto per prestare soccorso e trasbordare i migranti. Ed è proprio qui che ci sarebbe stato uno scambio di battute verbali tra la motovedetta della Guardia di Finanza e l’equipaggio della Open Arms. A raccontare del battibecco in mare è stata proprio la Open Arms. La motovedetta della Guardia di Finanza, secondo quanto riportato dalla ong a Repubblica, “avrebbe puntato la nave come per bloccarla. Si è avvicinata molto e ha urlato: ‘Mi metti la prua addosso?”.