‘Fame d’amore’, storie di cibo e disagi giovanili raccontati da Francesca Fialdini

Il disturbo del comportamento alimentare è uno dei disagi giovanili più diffusi e meno raccontati. Un fenomeno che si nasconde tra le pieghe della società spesso sotto falso nome, coperto di giustificazioni e pregiudizi, dal costo in vite altissimo. A fare luce su questo problema adolescenziale ci prova Fame d’amore, una docuserie condotta da Francesca Fialdini in onda da lunedì 11 maggio in seconda serata su Rai 3. Quattro puntate ambientate all’interno di due comunità italiane che accolgono e curano le ferite di queste patologie, in cui si cerca di spiegare perché l’anoressia, la bulimia e le dipendenze da cibo siano oggi così diffuse, cosa alimenta l’ossessione per l’immagine e per il corpo di tanti giovani e come mai il cibo sia diventato oggetto di tante passioni e fonte di tanti problemi.

'Fame d'amore', storie di cibo e disagi giovanili raccontati da Francesca Fialdini

Fame d’amore è il racconto delle difficili fasi che attraversano i ragazzi e le loro famiglie, della lotta per uscire dalla malattia, dall’arrivo in comunità fino al ritorno alla vita di tutti i giorni. Grazie al supporto del team di esperti delle due comunità all’avanguardia nella cura dei disturbi alimentari, vengono documentate tutte le fasi di un lungo percorso a ostacoli, in cui il cibo, il corpo e l’amore sono gli strumenti fondamentali per la rinascita.

Francesca Fialdini racconta, con delicatezza e capacità empatica, le storie di queste vite giunte a una svolta: i nuovi legami che si creano, i rapporti che maturano, il coraggio di cambiare. Ci si affeziona e ci si commuove, si combatte e si soffre con loro, si sorride delle loro battute e si gioisce a ogni nuovo passaggio del loro lungo viaggio per la guarigione.

Fame d’amore è un programma di Andrea Casadio scritto con Mariano Cirino e con la consulenza di Stefania Colletta e Maria Sorrentino. La consulenza scientifica è di Laura Dalla Ragione e Leonardo Mendolicchio. Prodotto da Rai 3 in collaborazione con Ballandi. La regia è di Andrea Casadio. La fotografia è di Antonio Scappatura e Alberto Di Paola. Delegato Rai Mercuzio Mencucci. Produttore esecutivo Ballandi Luca Catalano.



Fonte originale: Leggi ora la fonte