Fase 2: Crisanti, indignato da affollamenti senza mascherine

“Padova è un esempio di virtù civili, però purtroppo in televisione hanno fatto vedere altre città dove si vede gente affollata senza mascherine. Io voglio dire a queste persone che noi abbiamo lavorato giorno e notte per arrivare a questo punto, e che è veramente un delitto sprecare il lavoro fatto”. Lo ha detto Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Virologia e microbiologia di Padova, oggi a margine dell’incontro con il presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

“Sono indignato, non preoccupato – ha aggiunto Crisanti – Queste persone non possono sprecare tutto lo sforzo che è stato fatto, perché poi è difficile convincere queste persone a rifare lo stesso lavoro sulla base di un comportamento negligente”.

“L’apertura dev’essere fatta sulla base del rischio, una riapertura indifferenziata significa che non è stato calcolato il rischio. La scienza si basa su misure, e se non ci sono misure sono contrario” ha aggiunto Crisanti.

Rispondendo a una domanda sulla possibile diffusione del coronavirus già nell’autunno 2019 ha aggiunto: “A Padova e in Veneto dall’inizio di novembre fino a gennaio non abbiamo trovato nessun caso di coronavirus”. “Noi siamo il centro di riferimento regionale dell’influenza, quindi – ha spiegato Crisanti – abbiamo collezionato e archiviato tutti i campioni dei tamponi che ci sono giunti da ottobre a febbraio-marzo e li abbiamo ri-testati tutti retrospettivamente, per vedere se c’era qualcuno che ci era sfuggito. Quest’analisi finora non ha dato nessun risultato positivo”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte