Giorgia Meloni annuncia: “Ecco perché porto la Jebreal in tribunale”

La leader di Fratelli d’Italia avverte la giornalista: “Incito alla violenza contro gli extracomunitari? Adesso la trascino in tribunale”

Effettivamente non se ne può più: la sinistra non ha perso tempo per strumentalizzare la morte di Willy Monteiro Duerte e usarla come arma politica. Rula Jebreal in un tweet choc ha commentato duramente l’omicidio di Colleferro puntando il dito contro i leader del centrodestra che, a suo giudizio, continuano a fomentare la violenza razzista: “‘In fondo hanno solo ucciso un extracomunitario’. Ecco cosa accade quando i due leader di destra seminano odio e incitano alla violenza contro gli emigrati“. La giornalista con le sue parole sembra riferirsi proprio a Giorgia Meloni e a Matteo Salvini (i quali non sono mai stati nominati, ma sottintensi a detta di molti): entrambi avrebbero la responsabilità morale di quanto accaduto?

[[nodo 1888712]]

La replica non si è fatta attendere: nel corso dell’intervista rilasciata a Dritto e Rovescio su Rete 4, la leader di Fratelli d’Italia ha annunciato l’intenzione di querelare la Jebreal per le gravissime frasi scritte sui social. Appare evidente come molti esponenti, della sinistra politica e non, stiano usando la morte del 20enne per fare campagna elettorale, con tanto di cinismo e freddezza: “Credo che l’odio che si sta sputando contro di noi cominci a essere pericoloso, come quello che abbiamo visto accadere ieri a Salvini, potrebbe accadere a ciascuno di noi“.

La Meloni va all’attacco

Il presidente di FdI ha promesso azioni legali contro la giornalista palestinese con cittadinanza israeliana e italiana: le tesi secondo cui la Meloni e Salvini siano i mandanti morali della vicenda di Colleferro e incitino alla violenza nei confronti degli immigrati sono di una gravità inaudita. “Adesso pretendo che Rula Jebreal, se è giornalista, tiri fuori una dichiarazione nella quale io incito alla violenza nei confronti degli extracomunitari, la trascino in tribunale a darmi questa risposta“, ha tuonato.

Intanto la Jebreal continua a twittare su razzismo e fascismo, cogliendo l’occasione per esprimere solidarietà a Paolo Berizzi perché sta “sempre dalla parte dei giornalisti e coraggiosi e rigorosi minacciati e sotto scorta, che rischiano la vita per defendere la democrazia e la Costituzione antifascista e antirazzista”. Ed è convinta che il razzismo, l’incitamento all’odio e la violenza di matrice fascista rappresentino un’emergenza sociale prioritaria in Italia: “Quanti devono morire prima che la politica affronti questa pandemia assassina?“.


Fonte originale: Leggi ora la fonte