Heard ammette, ho picchiato Depp ma solo per difesa

(ANSA) – LONDRA, 22 LUG – Una raffica di decine di bottiglie
scagliate come fossero granate: così Amber Heard ha decritto –
nel terzo giorno di audizione al processo per diffamazione
intentato di fronte all’Alta Corte di Londra da Johnny Depp
contro il tabloid britannico Sun – uno degli assalti più brutali
di cui sarebbe stata vittima durante il matrimonio con l’attore;
nell’ambito di una deposizione in cui ha peraltro ammesso per la
prima volta di aver anche lei colpito il protagonista della saga ‘I Pirati dei Caraibi’, seppure invocando l’autodifesa.
    L’esplosione d’ira d’Depp, nel racconto odierno della Heard,
sarebbe avvenuto nel corso di un lungo weekend in Australia
consumato fra abusi di alcol e droga. L’attrice e modella ha
ribadito l’accusa all’ex marito, che nega da sempre qualunque
sua violenza fisica su di lei e ha querelato il Sun per essere
stato definito nel 2018 un picchiatore coniugale, d’aver perso
il controllo come altre volte nel loro menage fra “pugni, calci,
testate, occhi neri” e, appunto, “lanci di bottiglie”. Nonché di
averla fatta sentire “come in uno stato di prigionia”. E ha
ricordato che persino amici abituati agli eccessi come Marilyn
Manson parlavano dell’alter ego di Johnny”, nei momenti di
alterazione, come “del Mostro”,
Pressata dagli avvocati della controparte, Amber ha ammesso
d’altronde d’aver colpito a sua volta almeno in un’occasione
Johnny, circostanza che finora aveva sempre negato. Ma ha
sostenuto di averlo fatto solo per difendere l’incolumità sua e
della sorella più giovane, Whitney, aggiungendo di aver temuto
che Depp potesse “buttarla giù per le scale come aveva già fatto
con Kate Moss” secondo un episodio che ha detto di avere appreso
da due anonime fonti terze. Episodio che chiama in causa per la
prima volta la leggendaria super modella britannica, fidanzata
del divo di Hollywood negli anni ’90; e che peraltro i legali di
Depp non hanno mancato di contestare come qualcosa di mai citato
prima dalla Heard, tanto meno denunciato dalla Moss. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte