Il vescovo, ‘la morte di Willy barbara e ingiusta’

(ANSA) – ROMA, 12 SET – “Perché la morte barbara e ingiusta
di Willy non cada nell’oblio impegniamoci tutti, istituzioni,
forze dell’ordine, uomini e donne della politica, della scuola,
dello sport e del tempo libero, Chiesa, famiglie e quanti
detengono le chiavi di un potere enorme, quello dei media e in
particolare dei media digitali, a comprometterci insieme, al di
là di ogni interesse personale e senza volgere lo sguardo
altrove fingendo di non vedere, a riallacciare un patto
educativo a 360 gradi”. Lo ha detto il vescovo di Tivoli e
Palestrina monsignor Mauro Parmeggiani, nell’omelia ai funerali
di Willy nel campo sportivo di Paliano, davanti a centinaia di
amici del giovane tutti in maglia e camicia bianca, come
richiesto dalla famiglia.
    “Chiediamo a Dio – ha poi aggiunto il vescovo – anche la forza
per saper un giorno perdonare chi ha compiuto l’irreparabile.
    Perdonare ma anche chiedendo che essi percorrano un cammino di
rieducazione”.
    Ai funerali è presente anche il premier Giuseppe Conte, il
ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il presidente del
Lazio Nicola Zingaretti. “Ora bisogna solo far sentire alla
famiglia la vicinanza di tutti e pretendere presto giustizia –
ha detto quest’ultimo – La Regione pagherà e sosterrà la
famiglia per le spese legali e uno degli istituti alberghieri
della nostra regione sarà dedicato al nome di Willy”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte