In lista coi 5S spunta pure il garofano del Psi

A Matera, dopo il via libera dato su Rousseau, i Cinque Stelle fanno scattare l’alleanza con Verdi e Partito socialista italiano a sostegno di Domenico Bennardi

Oltre al Partito democratico, i CinqueStelle creano un nuovo asse, schierandosi per la prima volta anche accanto al vecchio Partito socialista italiano (Psi): è quanto accade a Matera, nella lista unica che nasce con lo scopo di sostenere il candidato sindaco Domenico Bennardi.

Una situazione che ha fatto storcere il naso ad alcuni, anche se oramai, stando a quanto decretato sulla piattaforma Rousseau, il movimento pare completamente aperto e libero di stabilire legami sulla base di convergenze con i partiti tradizionali e non più con le sole liste civiche. Le indicazioni vengono fornite direttamente dai rappresentanti sul territorio, ed è in effetti quanto accaduto proprio a Matera, stando a quanto riferito dallo stesso Bennardi, che durante la conferenza stampa di presentazione della lista rivela ai giornalisti l’esistenza di trattative tra le varie componenti della stessa in piedi da giorni se non anche da settimane.

“Buongiorno a tutti e grazie per essere venuti qui”, esordisce il candidato sindaco.“Io sono Domenico Bennardi, qualcuno già mi conosce, sono uno dei candidati sindaco della città di Matera. Da oggi vi parlo come candidato sindaco di una coalizione. Una coalizione che comprende nella totalità cinque forze politiche, le vedete qui. Oltre Al movimento CinqueStelle ci sono anche i Verdi, Matera 3.0, una lista civica, c’è anche Volt e c’è anche il Partito Socialista Italiano. Quindi è uno sforzo che stiamo facendo, un atto di coraggio.

Accanto al candidato al ruolo di primo cittadino di Matera anche Antonio Materdomini (Movimento 5 Stelle), Raffaele Tantone (Psi-Partito Socialista Italiano), Giuseppe Sarli (Matera 3.0), Eustachio Follia (Volt), Mario Montemurro e Angela Mazzone (Verdi).

“Questa possibilità che abbiamo oggi nel Movimento, come già accade già negli altri partiti, di costruire alleanze sul territorio, decise sul territorio, è secondo me e secondo noi un momento di rinnovamento importante, un momento coraggioso di confronto, importante per crescere”, aggiunge ancora Bennardi.

“Questa sfida programmatica e politica è stata colta”, spiega Tantone del Psi. “Ecco perchè siamo tutti qui adesso, anche con un pizzico di orgoglio per provare a lanciare un laboratorio politico nazionale. Come vedete noi siamo partiti del centrosinistra, anche se ci sono chiaramente degli assenti, e non è un caso. Noi proviamo a mettere insieme quella che potrà essere una coalizione politica per il futuro.

Ottimista invece il consigliere comunale uscente grillino Antonio Materdomini, molto soddisfatto per l’intesa raggiunta con gli alleati: “Sono sicuro che ci sarà un ottimo risultato per noi e possiamo anche vincere al primo turno”.

Tra i pentastellati, tuttavia, a livello nazionale inizia a registrarsi qualche mal di pancia.


Fonte originale: Leggi ora la fonte