Ironman, gli errori da evitare nei giorni precedenti alla gara

Spesso, in preparazione ale competizioni, commettiamo in buona fede diversi errori, dall’alimentazione agli allenamenti

POCHE ORE. Il count down è già iniziato. Mancano poche ore alla prima edizione di Ironman Italy, la gara di triathlon su distanza ironman che si disputerà sabato 23 settembre a Cervia. L’adrenalina sale ma è importante mantenere la concentrazione fino alla gara per non sottovalutare alcun dettaglio. E’ necessario controllare il materiale, ripassare il percorso e, non ultimo, curare l’alimentazione. Sono molti i fattori a cui dedicarsi e spesso l’errore è alla porta. Ecco quindi qualche consiglio per prepararsi al meglio gli ultimi due giorni e presentarsi alla partenza con le energie giuste.
RIPOSATI. I giorni prima della gara è importante azionare la modalità stand by. Non serve continuare ad allenarsi, il più è fatto. Sarà strategico, invece, mantenersi attivi ma risparmiando le energie. In pratica è bene effettuare una corsa di attivazione oppure provare la funzionalità della bici o, ancora testare una parte del percorso in acqua per valutarne la temperatura e i fondali. A seguire, però, il consiglio è quello di non girovagare né macinare chilometri a piedi: riposa, da sdraiato tieni le gambe alzate, effettua brevi docce ponendo il doccino sugli arti inferiori e alterna per 2-3 volte 10 secondi di acqua calda e acqua fredda. Il risultato sarà sensazione di vigore e tonicità.
ALIMENTATI QUANTO BASTA. Le riserve di glucidi del nostro organismo sono limitate. I magazzini dove viene stipato il glicogeno hanno infatti un limite. Inutile pertanto nei giorni che precedono la gara assumere alimenti come se “non ci fosse un domani”. E’ importante invece sin dalla prima colazione consumare carboidrati, accompagnati da una fonte di proteine magre. E non passare troppo tempo a digiuno: importanti gli spuntini per continuare la produzione di glicogeno. I giorni pre gara, inoltre, prevedono una riduzione del volume delle sedute di allenamento. Questo fattore già di per sé comporta un risparmio di energie.
IDRADATI. Assumi acqua, meglio ancora se con minerali molto diluiti. Non abbuffarti ma bevi quanto basta e spesso senza aspettare la percezione di sete ma anticipandola. Controlla che le labbra e la cute non siano secche. Qualora lo fossero è possibile che il tuo stato di idratazione non sia ottimale. Assumere fluidi è fondamentale non solo per un adeguato stato di idratazione bensì anche per favorire la formazione del glicogeno.
NIENTE IMPROVVISAZIONE. Durante la gara è importante utilizzare integratori per lo sport già testati in allenamento. Non assumere prodotti non ancora valutati dal tuo organismo. Il consiglio è quello di pre scartare le barrette o svitare e riavvitare i tappini dei gel liquidi per facilitarne l’utilizzo durante lo sforzo. Anche la posizione sulla bicicletta o all’interno del completo di gara degli stessi rispettando la successione del loro consumo è importante per risparmiare energie durante l’impegno fisico quando la lucidità mentale, per via della fatica, tenderà a calare.
Gazzetta.it