La Russa contro Morani: “Solo una mente malata fa politica su tragedia”

Il senatore di Fdi, ospite de L’Aria Che Tira, ha replicato duramente alla dem Alessia Morani che aveva parlato di una destra che alimenta il clima di odio contro gli immigrati

Alessia Morani, sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico del Pd, dovrà rispondere in tribunale per quei messaggi diffusi ieri con i quali ha usato la morte del giovane Willy Monteiro Duarte per buttare fango su Fdi e su un’intera comunità politica.

Eppure la dem non si è arresa e questa mattina nel corso de L’Aria Che Tira, il programma di La7 condotto da Myrta Merlino, non solo ha rincarato la dose ma ha avuto un duro scontro verbale con Ignazio La Russa. “La Meloni la querelerà”, ha esordito il senatore di Fdi ospite della trasmissione. La Morani, per nulla pentita, ha risposto con la cantilena che ormai sa di stantio: “La destra soffia contro gli immigrati“. Una frase fatta tanto di moda a sinistra. Ma l’ennesima accusa non è piaciuta al senatore di Fdi che ha replicato in modo ironico con tanto di soffio annesso: “Soffia? Addirittura?”. “Ancora peggio allora- ha aggiunto- ma non si vergogna a dire certe cose?”.

La Morani, in difficoltà, ha provato a difendersi attaccando a sua volta la Meloni che, a suo giudizio, ha “una coda di paglia lunga un chilometro. Io non l’ho nominata, ma evidentemente lei si sente tirata in causa”. “Ma se ha nominato la destra?”, ha replicato La Russa. L’esponente di Fdi ha inoltre ricordato alla Morani che chiedere di fermare l’immigrazione clandestina non rende automaticamente razzista e xenofoba una persona: “Noi difendiamo solo i nostri confini e il nostro Paese a me sembra che l’odio lo soffiano quelle persone come la signora di ieri che ha attaccato Salvini”. Infine, sulla morte di Willy La Russa zittisce definitivamente la dem: “Solo una mente malata può colorare di politica un episodio barbaro come quello del 21enne”.

La guerra tra la Morani e Fdi ha avuto inizio ieri dopo che il sottosegretario aveva diffuso la notizia della candidatura a Fondi tra le fila di FdI di un estremista che invece era candidato in un’altra lista. Lo stesso sottosegretario ha divulgato falsi profili Facebook di presunti simpatizzanti FdI inneggianti alla morte di Willy Monteiro Duarte. Senza perdere tempo Fratelli d’Italia ha deciso subito di passare dalle parole ai fatti. Giorgia Meloni ha dato mandato ai propri legali di procedere alla querela dell’esponente dem per i ripetuti atti diffamatori ai danni del partito e dei suoi iscritti.

“Risulta di estrema gravità che un membro del Governo diffonda falsità e menzogne ai danni delle forze di opposizione – si legge nella nota diffusa ieri dal partito -, un atteggiamento che in qualsiasi democrazia avanzata porterebbe a un duro richiamo politico da parte del premier, Giuseppe Conte, e dei vertici istituzionali. Purtroppo, constatato l’assenza di qualsivoglia intervento istituzionale di richiamo, il movimento politico Fratelli d’Italia si trova costretto a tutelare la propria immagine in sede giudiziaria”. Ma la dem non si era accontentata di diffondere queste notizie. Su Facebook aveva anche scritto un post molto pesante contro una precisa area politica. “L’omicidio di Willy Monteiro a Colleferro è il frutto avvelenato di tutto quell’odio che viene dalla destra, è una frase contenuta nel messaggio pubblicato sul social dall’esponente Pd. Un’accusa molto pesante, questa, che non poteva essere lasciata correre.


Fonte originale: Leggi ora la fonte