Le stime di Confindustria: pil crolla del 9%, poi rimbalzo nel terzo

 “In Italia ripartenza difficile per industria e servizi”, un “risalita fragile” mentre è “ancora debole e incerto lo scenario mondiale”. Lo evidenzia il centro studi di Confindustria con l’analisi ‘congiuntura flash’ di giugno. Che vede un “secondo trimestre compromesso”, che come produzione industriale “registrerà un calo intorno a -20%. Si conferma, perciò – indicano gli economisti di via dell’Astronoma – , un crollo del Pil (stimato a circa -9,0%, dopo -5,3% nel primo). Questo sarà il punto di minimo della recessione, perché con la risalita faticosamente avviata si creano le condizioni per registrare un rimbalzo nel terzo trimestre”. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte