Napoli, coronavirus: al Monaldi e al Policlinico si svuotano le Rianimazioni

“È presto per cantare vittoria, ma siamo sulla buona strada”. Non si sbilancia il direttore generale dell’Azienda dei Colli, Maurizio Di Mauro, nel confermare la notizia anticipata da Repubblica una settimana fa: da domani la Terapia Intensiva del Monaldi, temporaneamente “prestata” al Cotugno per l’emergenza Covid, torna alla sua funzione.

Significa che viene riattivata come struttura rianimativa per i ricoverati del Monaldi che, a questo punto, viste le mutate esigenze, riacquisisce il ruolo originario di presidio multidisciplinare non-Covid.
 

Entusiasmo anche a poche centinaia di metri, tra i medici dell’azienda Policlinico della Federico II diretta da Anna Iervolino, che pure aveva dato una mano durante la fase cruciale della pandemia.

Qui annunciano di non avere più pazienti nella Rianimazione diretta da Giuseppe Servillo, mentre nella clinica di Malattie infettive dove se ne contavano una quarantina, di pazienti ne sono rimasti otto.
 



Fonte originale: Leggi ora la fonte