Nuoto: coronavirus, Fina stanzia 6,5 milioni dollari

(ANSA) – ROMA, 21 LUG – La federnuoto internazionale (Fina)
ha stanziato quasi 6,5 milioni di dollari per un piano di
assistenza anti coronavirus destinato agli atleti che
gareggeranno alle Olimpiadi di Tokyo la prossima estate.
    In particolare, 4 milioni saranno ripartiti fra le 160
federazioni nazionali per fornire supporto all’allenamento degli
atleti, alla competizione e alle spese di soggiorno.
    Altri 460 mila dollari andranno alle cinque organizzazioni
continentali per consentire risorse supplementari agli atleti.
    Infine, 2 milioni di dollari saranno destinati agli atleti
selezionati per partecipare al programma di borse di studio
FINA.
    “L’obiettivo principale di questo programma -ha detto Julio
Maglione, presidente della Fina- è fornire assistenza diretta
agli atleti che si preparano a gareggiare a Tokyo. La Fina
riconosce l’importanza del supporto a tutti gli atleti, compresi
gli atleti d’élite con prospettive di medaglia, così come gli
atleti meno esperti dei paesi in via di sviluppo che cercano di
raggiungere gli standard di qualificazione olimpica”.
    Inoltre, il programma di borse di studio della Fina includerà
100 atleti delle federazioni nazionali che attualmente non hanno
atleti con standard di qualificazione olimpici e consentiranno
un allenamento intensivo presso i centri di addestramento Fina
in Senegal, Tailandia, Russia e Usa. Ogni atleta avrà fino a un
massimo di 2000 dollari mensili per le spese di vita e di
allenamento, con allenatori di livello mondiale in strutture
eccezionali. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte