Ora FdI sfonda il 15% e tallona i pentastellati. Lega a più cinque sul Pd

La Supermedia YouTrend per Agi conferma la crescita di Fratelli d’Italia e il calo del M5s. Bene Forza Italia: sale dell’0,4% e arriva al 7,2%. Tutti i dati del sondaggio

L’ultimo sondaggio della settimana è il sondaggione realizzato come da tradizione da YouTrend per l’Agi: la cosiddetta Supermedia delle ricerche demoscopiche ha sempre qualcosa di nuovo da raccontare. L’analisi è stata realizzata mettendo insieme i dati raccolti negli ultimi sette giorni da quattro istituti: Ipsos, Ixè, Swg e Tecnè.

Venendo a i risultati, il dato che balza all’occhio è la distanza ormai ridotta all’osso tra il Movimento 5 Stelle e Fratelli d’Italia. Dando parola ai numeri, prosegue il momento di difficoltà della compagine pentastellata, che paga sia le divisioni al proprio interno, sia le divergente con gli alleati di governo del Partito Democratico. Ora come ora, i cinque stelle intercettano il 16% delle preferenze elettorali e a meno di un punto troviamo FdI.

Già, perché la formazione fondata e guidata da Giorgia Meloni prosegue nella sua rincorsa e il sondaggio conferma il momento di ottima forma: Fratelli d’Italia guadagna mezzo punto percentuale in due settimane e sfonda il tetto del 15%, attestandosi al 15,1%. I grillini distano ormai appena nove decimi di punto: si tratta di un gap più che colmabile.

In cima alla classifica dei consensi, se si votasse domani per le Politiche, la Lega di Matteo Salvini si porterebbe a casa oltre un quarto dei voti: il Carroccio, infatti, è forte del 25,4% dei favori.

Cinque punti esatti più sotto ecco il Partito Democratico di Nicola Zingaretti: i dem, nonostante tutto, si mantengono stabili sopra al 20%, fermandosi al 20,4%.

Tornando a prendere in considerazione il centrodestra, molto bene Forza Italia di Silvio Berlusconi: negli ultimi quindici giorni gli azzurri del Cavaliere sono cresciuti dello 0,4%, attestandosi al 7,2% delle intenzioni di voto.

Passando ai partiti minori, meglio di tutto fa La Sinistra, che sale di tre decimi di punto arrivando al 3% tondo-tondo. Ancora male, invece, Italia Viva di Matteo Renzi: il partito dell’ex rottamatore cede lo 0,3% e cala così al 2,9%.

Due decimi di punto più in basso ecco Azione di Carlo Calenda, stabile al 2,7% come due settimane fa. Appena sopra al 2% Più Europa di Emma Bonino (2,1%), mentre i Verdi sono il fanalino di coda con l’1,6%.

[[nodo 1877451]] Chiudiamo l’analisi del sondaggio con il dato relativo alle coalizioni: il centrodestra a tre – Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia – pesa per il 47,7%, mentre l’attuale maggioranza giallorossa di centrosinistra annaspa, fermandosi al 42,3%, non proprio un dato entusiasmante, anzi.

Esclusiva: 
Opinione/Editoriale de IlGiornale: 


Fonte originale: Leggi ora la fonte