Parole O_Stili, formazione a scuola sull’uso della rete

È partito il 7 settembre un percorso scolastico, gratuito, con il quale studenti e insegnanti potranno accedere a materiali didattici volti a insegnare un corretto utilizzo della rete. In un momento cardine della scuola, dove il ritorno in classe si accompagna alla dovuta attenzione nell’evitare il contagio, anche internet fa la sua parte. I temi dell’iniziativa, promossa da Parole o_Stili, con il contributo di Asstel, vanno dal bullismo al cyberbullismo, dai rischi e anche opportunità della rete, ai diritti e doveri online, fake news, hate speech, web reputation, sexting, revenge porn e privacy online. In totale, si tratta di 250 ore di lezione, spalmate su 50 temi e oltre 200 schede didattiche.

A firmare il Manifesto del back to school digitale, non solo Asstel ma anche molte delle sue aziende associate: Almaviva, Fastweb, Open Fiber, Retelit, Tim, Vodafone, e Wind3. “Per diventare cittadini attivi della propria comunità è necessario avere adeguate competenze digitali – spiega Rosy Russo, fondatrice di Parole O_Stili – La nostra vita si svolge online e di conseguenza anche la nostra formazione civica è condizionata dagli strumenti digitali, per questo è fondamentale averne piena consapevolezza”. “Lo sviluppo di competenze digitali è la sfida da raccogliere per la formazione del capitale umano del futuro – aggiunge Pietro Guindani, Presidente di Asstel-Assotelecomunicazioni – I progetti di alfabetizzazione digitale nelle scuole sono una necessità indispensabile ed urgente per rendere i giovani studenti oggi cittadini digitali responsabili e domani lavoratori in grado di cogliere con successo le opportunità future di inserimento e crescita professionale”.

Sono tre gli assi portanti su cui si sviluppa il progetto di educazione civica avviato dal governo per il nuovo anno scolastico già partito in alcune regioni: Costituzione, Sostenibilità e proprio Cittadinanza Digitale. Nella proposta didattica di Parole O_Stili, ogni asse è declinato e interconnesso ai 10 principi del Manifesto della “comunicazione non ostile”, in un dialogo di confronto tra insegnanti e studenti. L’associazione no-profit “Parole O_Stili” è nata a Trieste nell’agosto 2016, con l’obiettivo di responsabilizzare ed educare gli utenti a scegliere forme di comunicazione non ostile che, al contrario, lasciano spesso conseguenze concrete, gravi e permanenti nella vita delle persone.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte